Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

E’ a Bari da più di vent’anni. Porta il Brasile negli occhi e nel suo sorriso contagioso. Ana Estrela confessa: “Ho trascorso anni desiderando di tornare nel mio paese. Oggi sono felice di essere qui”. Ana è la presidentessa di Origens, associazione nata nel 2008 con l’obiettivo di promuovere sul nostro territorio la cultura brasiliana (e non solo). “Le prime feste che abbiamo organizzato sono diventate occasioni di convivialità, di scambi di cultura. Una tavola imbandita dove tutti i popoli della terra condividono il cibo con allegria, dimostra come esso sia uno strumento di accoglienza e di integrazione tra diversi popoli e culture”.\r\n\r\nLo testimonia il successo di “Ethnic cook – Gustando il mondo”. L’ evento patrocinato dalla Regione Puglia, è stato accolto da Eataly Bari – per il secondo anno consecutivo – che ha dedicato tre giorni alla cucina internazionale. Dal Brasile al Perù, all’ Afganistan, al Marocco. Passando attraverso India, Palestina, Messico, Eritrea, Costa D’Avorio, Albania, Ucraina, Senegal, Somalia, Romania, Iran, Kurdistan. Senza dimenticare l’Italia.\r\n\r\n

\r\n\r\n”Il cibo può diventare – spiega Ana – un ottimo veicolo di informazione e di unione davanti al quale cadono le barriere e le differenze”. Certo immaginare un barese – tipicamente legato alle proprie abitudini alimentare – che “assaggia” pietanze tanto diversi, suscita meraviglia. “I baresi – precisa Ana – sono meno diffidenti di quanto si possa immaginare. La nostra cucina ha sempre un grande successo”. Quando le chiediamo qual è la sua ricetta barese preferita, lei non ha dubbi: “Patate riso e cozze. E’ un piatto difficile ma dopo tanti anni, credo di aver imparato”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui