Cabtutela.it
acipocket.it

Lavoro precario e nessun indennizzo per trasferte in cantieri lontani. I carpentieri del 16esimo Genio campale dell’Aeronautica militare di Bari chiedono maggiori garanzie lavorative e, in attesa di ricevere risposte, hanno dichiarato uno sciopero di otto ore giovedì 23 giugno.\r\n\r\n”La Fillea Cgil – si legge in una nota firmata da Franco Tarantini e Silvano Penna, segretari regionali della Puglia e della Sicilia della Federazione italiana lavoratori legno ed affini – aveva chiesto tangibili garanzie di salvaguardia occupazionale inerenti non solo all’applicazione delle cinque proroghe dei contratti di lavoro a tempo indeterminato e l’applicazione di possibili indennizzi per i lavoratori impiegati in cantieri distanti dalla propria sede”.\r\n\r\nNon avendo ricevuto nessun riscontro è stato indetto lo sciopero, che interesserà i cantieri di viale Amendola a Bari, ma anche a Palese, Gioia del colle, Galatina e Sigonella in Sicilia. Il fermo dei lavori è stato organizzato congiuntamente tra le federazioni Fillea Cgil territoriali di Bari, Foggia, Lecce e Catania, dove si sono riscontrate le stesse problematiche per la categoria.\r\n\r\nC’è poi la questione degli investimenti effettuati nel 2016, che, come si legge nella nota, “dovevano essere utilizzati per consentire a tutti i lavoratori la maggiore continuità lavorativa possibile”. Fondi che per il momento non sono stati utilizzati per regolarizzare i precari e, quindi, ai carpentieri non è rimasta altra opzione che il fermo dei lavori.\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui