Cabtutela.it

Tante tavolate di persone vestite di bianco, che mangiano con in sottofondo i grandi successi di Domenico Modugno. Si trasformerà così Polignano, patria del popolare cantante, l’otto agosto, il giorno in cui si terrà la prima edizione de “Tutti a cena da Domenico Modugno”. A spiegarci i dettagli dell’evento, che è la versione polignanese della cena in bianco, è una delle organizzatrici, Antonella Squicciarini.

\r\n

“L’idea originale – spiega – era organizzare una cena in blu. Non solo per motivi estetici, essendo il blu il colore ideale per una cena elegante , ma anche per agevolare le persone, visto che un abito bianco è sicuramente più sopportabile con le alte temperature estive. Abbiamo pensato: ‘se a Bari si organizza da tanto tempo, perché non portarla in luogo suggestivo come Polignano?’ L’abbiamo proposto al sindaco Domenico Vitto ed è diventata realtà”. Una realtà che sta avendo molto successo, con l’organizzazione che ha già ricevuto 120 moduli di partecipazione, con in media 15-20 persone presenti per ogni modulo.

\r\n

Cinque le location prescelte per l’evento: largo Gelso, il ponte di Lama Monachile, piazza Garibaldi, via Dogali e piazza Aldo Moro. “Sono tante le novità rispetto all’edizione barese che tutti conoscono. In primis la presenza di 30 casse che diffonderanno la musica di Domenico Modugno. Abbiamo voluto appositamente dedicare al grande cantante il titolo dell’evento e alla fine anche il giorno è un omaggio ad uno dei polignanesi più conosciuti ed apprezzati. L’otto agosto è infatti San Domenico.”

\r\n

Un aspetto particolare di quest’edizione sarà poi la possibilità di poter usufruire di un servizio catering, con gli ospiti che potranno così togliersi il fastidio di dover cucinare e di dover portare da casa tavolo, sedie, tovaglia, posate e altre decorazioni. “L’idea – spiega la Squicciarini – ha ottenuto subito un grande successo. Già 500 persone hanno richiesto di poter usufruire del servizio. So che a Bari non è previsto, noi invece abbiamo voluto aggiungerlo apposta, così da poter permettere anche ai tanti turisti che ad agosto sono qui in vacanza di potersi sedere a tavola con noi e mangiare di fronte a questi scenari mozzafiato. Per alcuni è un fastidio portare delle pietanze preparate da casa. Non per me però: io sarò sul ponte con una parmigiana preparata da mia madre”.

\r\n

Una delle principali cause che ha portato a tante defezioni per la Baribianca è stata la paura di un possibile attacco terroristico, vista la presenza di tante persone in un luogo circoscritto. La Squicciarini non teme però che lo stesso possa accadere a Polignano. “Qui – dichiara – ci sono eventi ogni giorno, perché si tratta di una città turistica. Se dovessimo avere paura di prendere parte alle manifestazioni per la possibilità di attentati, non ci godremmo la nostra estate. Io invece sono sicura che l’evento andrà benissimo. E se dovesse esserci qualche terrorista in zona, lo inviterò a tavola a mangiare con noi. Sono sicuro che cambierebbe idea di fronte ad un paesaggio così bello”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui