Cabtutela.it

“Ci sono persone che vivono senza acqua, senza dignità, senza salute. Senza nulla. A raccogliere i pomodori ci sono donne e uomini che si spaccano la schiena”. E’ arrivata alla Regione puglia la protesta dei braccianti del ghetto di Rignano Garganico. Un centinaio di uomini e donne di origine africana hanno lasciato il posto di lavoro nelle campagne per radunarsi in presidio davanti al Consiglio regionale in via Capruzzi, a Bari. Le richieste: un’abitazione, paga dignitosa, permesso di soggiorno per tutti e soprattutto acqua potabile. “Manca da cinque mesi: è uno stato di diritto questo?” si chiede, nel video, Aboubakar Soumahoro.

Una richiesta di incontro congiunto è stata inviata al presidente della Giunta, all’assessore al Lavoro, all’assessore alle Politiche agricole e al Presidente del Consiglio Regionale.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui