aqp.it
lapugliativaccina.regione.puglia.it

Da Caronte a Lucifero, con una sfilza di “mannaggia” dedicati agli anticicloni che stanno infiammando l’Italia, in questa estate rovente. Caldo insopportabile, di giorno come di notte, e nessun rimedio che sembra valido per contrastarlo. Di notte, poi, in città c’è un problema in più per chi cerca refrigerio lasciando aperte finestre e balconi, ma dorme in camere affacciate sulle arterie ad alta percorrenza: il rumore dei mezzi dell’Amiu impegnati nel primo turno di svuotamento dei cassonetti, che può avvenire alle 22.30 così come alle 4.30 di notte.

Un rumore che diventa infernale a sua volta quando, nel cuore della notte, a essere svuotate sono le campane o i contenitori del vetro più piccoli. Dal Libertà a Corso Sonnino / Madonnella, passando per le vie del centro cittadino, nei mesi più caldi dell’anno si passa dalla padella alla brace: la scelta è provare dormire con finestra e balcone chiuso (magari affidandosi a un ventilatore, bando all’avarizia) oppure lasciare tutto aperto e “assorbire” ogni tipo di frastuono proveniente dall’esterno.

Del resto, come informano dall’Amiu Puglia, per le strade ad alta percorrenza e per le strade di pubblico interesse (monumenti, siti turistici) quella adottata è la miglior soluzione possibile sia per per evitare di ingolfare il traffico, sia per ragioni di sicurezza. Per questo, sulle arterie in questione i mezzi lavorano nel primo turno (dalle 22.30 alle 4.30) e nella prima parte del secondo turno (4.30-10.30). Il terzo turno, fino alle 16.30, è soprattutto un turno di rinforzo ai primi due.

Per la pulizia delle strade, vengono impiegati sette compattatori a carico laterale per l’indifferenziata (mezzi mono-operatore introdotti da qualche anno per ottimizzare la forza lavoro), due mezzi a carico posteriore (con due operatori) per l’indifferenziata, quattro mezzi a carico posteriore per la plastica (due operatori) e altrettanti per la carta e il vetro, questi ultimi di proprietà della ditta che ha vinto la gara d’appalto. Carta e vetro non vengono raccolti a cadenza quotidiana, ma in base alle zone. Le campane del vetro vengono svuotate ogni quindici giorni, salvo emergenze.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui