Eventi internazionali, da Tod’s per i Della Valle alla corte di Giorgio Locatelli a Londra. Fino alla conquista del “top italian restaurant” certificato dal Gambero Rosso a New York. E’ la scalata di Mauro Campanale, barese di 24 anni, che ha deciso di lasciare la sua città verso un “viaggio maledetto di un cuoco dannato”.

Mauro ha attraversato San Paolo, Copenaghen, Shangai, Barcellona, Lisbona. Poi la consacrazione in America come sous chef dell’Antica Pesa che è stato premiato con 2 forchette su 3 dal Gambero Rosso. Sul futuro pochi dubbi: “Non so se è qui a New York, ma so che adesso non posso tornare a casa, non è il momento e non ci sono possibilità per replicare quello che ho fatto qui, ma sono consapevole che vengo da un posto meraviglioso e la mia missione e trasmettere questo a tutto il mondo col mio cibo”.

“Quando di notte dopo 16 ore di lavoro ero in metro e tornavo a casa mi sentivo sempre più forte, sentivo che la mia valigia si stava riempiendo sempre di più, ero motivatissimo”, conclude Campanale.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
fieradellevante.it
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here