Cabtutela.it
acipocket.it

“Di nuovo ondate di pugliesi che tornano in Puglia dal nord. E con loro arrivano migliaia di possibilità di contagio in più”. Così il governatore Michele Emiliano conferma la preoccupazione per la seconda ondata di rientri dal Nord Italia verso la Puglia. In particolare si segnalano tanti viaggiatori a bordo del Milano-Lecce delle 20.50 e quello partito alle 19.50 dalla stazione di Milano.

“Avrete probabilmente esibito ai soldati alla stazioni le vostre legittime autocertificazioni -prosegue Emiliano – sulla motivazione del vostro ritorno, spero che abbiate le mascherine e che teniate la distanza di un metro l’uno dall’altro in treno. Fatto sta che ci state portando tanti altri focolai di contagio che avremmo potuto evitare”.

“In pochi giorni migliaia e migliaia di persone hanno fatto rientro in Puglia aggravando la nostra già drammatica situazione. Vi ricordo che appena arrivate dovete richiudervi in casa e che dovete stare lontani da genitori, fratelli, nipoti, amici, nonni e malati che rischiano di morire se contagiati. Dovrete rimanere in casa almeno per altri 14 giorni e comunque per tutto il tempo di durata del decreto del Presidente del Consiglio. E dovete anche dichiarare la vostra presenza sul sito della Regione Puglia come da me disposto con ordinanza la cui violazione determina il reato di cui all’art.650 cp”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

3 COMMENTI

  1. Fermateli i treni.lo volete capire si o no.non devono più partire.bloccate tutto.mali estremi, estremi rimedi.non è giusto.succederà il macello.non riusciremo a superare questa cosa

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui