Cabtutela.it
acipocket.it

La protesta dei gilet arancioni; la fine del lockdown con i primi arrivi in Puglia dalle altre regioni. Ed ancora il caso di un ragazzo contagiato che viola la quarantena per andare a lavorare in un ristorante. Ecco le sette notizie più importanti della settimana appena trascorsa.

Domenica 31 maggio. La protesta dei gilet arancioni arriva anche a Bari

Bari, in piazza la rabbia dei Gilet arancioni: “Contro il governo Conte, vogliamo votare”

Lunedì 1 giugno. I giovani rispondono alle accuse sugli assembramenti

Movida e assembramenti pericolosi, i giovani di Bari rispondono alle accuse: “La gente si accanisce contro di noi”

Martedì 2 giugno. Positivo al coronavirus va a lavorare. Denunciato

Bari, positivo al coronavirus viola la quarantena e va a lavorare: denunciato

Mercoledì 3 giugno. I primi passeggeri tornano a Bari dopo il lockdown

Bari, abbracci e lacrime in stazione: i primi passeggeri tornano in Puglia dopo il lockdown – VIDEO

Giovedì 4 giugno. Oltre 20mila rientri in Puglia. Lopalco: “Possibile che ci sia qualche contagiato”

Già oltre 20mila persone arrivate in Puglia. Lopalco: “Possibile che ci sia qualche contagiato”

Venerdì 5 giugno. Ecco le regole per andare in spiaggia. L’attacco di Decaro

Bari, in spiaggia con mascherina (se c’è gente). Decaro: “Impossibile vigilare lidi pubblici”

Sabato 6 giugno. La Puglia è la regione del Sud con la mortalità più alta per covid

Coronavirus, in Puglia la più alta percentuale di morti del Sud


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui