Cabtutela.it
acipocket.it

Resta solo il lampione test inaugurato tre mesi fa sul lungomare Starita di Bari. Doveva essere il primo atto per ridare vita alla zona che da anni attende il posizionamento dei lampioni per poter godere a pieno del tratto lungo il quale, soprattutto nelle serate estive, si riversano moltissimi residenti.

Invece, dopo otto anni di attesa e il posizionamento del lampione “simbolo” lo scorso aprile, i cittadini sono ancora alle prese con la sensazione costante di vivere in un tratto di costa di “Serie B”. Il candelabro ornamentale, ricordiamo, era una prova in attesa dell’ok da parte della Soprintendenza e del Comune. Ad aprile 2021, nel bel mezzo dell’emergenza sanitaria che ha visto Bari (e la Puglia) coinvolta nei vari lockdown, era stato collegato alla rete elettrica con la promessa che sarebbe stato attivato come test.

Un simbolo di speranza per i residenti, soprattutto dopo l’inizio dei lavori di sostituzione (sei anni prima) poi bloccati per un contenzioso con l’impresa. L’estate, speravano, “sarebbe stato il momento giusto per vedere finalmente illuminata la zona con i candelabri ornamentali”. Ma così non è stato. Ad aggravare la situazione, oltre alla “solitudine del lampione” a tre mesi dalla sua inaugurazione, il fatto che nel corso degli ultimi mesi, con la chiusura di Eataly e la notizia dell’assenza della Fiera del Levante, la zona possa perdere definitivamente l’attenzione da parte delle istituzioni.

“Il lungomare Starita è bellissimo – aveva commentato tre mesi fa il sindaco Antonio Decaro –  ma senza candelabri, diciamocelo, è un po’ come se gli mancasse qualcosa. Finalmente forse abbiamo capito cos’è. Ce n’è solo uno per ora per una vicenda burocratica complessa che ha portato via anni e che a causa dell’interdizione dell’azienda aggiudicataria è rimasta bloccata. Con gli uffici abbiamo trovato un modo per recuperare i candelabri e aggiudicare il montaggio ad una nuova impresa. Ne arriveranno presto altri 39, dopo che gli uffici avranno verificato la conformità dei materiali su questo campione” – aveva concluso. Ad oggi però non ci sono notizie sulle tempistiche con le quali si provvederà ad installare gli altri lampioni.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui