lapugliativaccina.regione.puglia.it
dona-il-sangue-regione-puglia-it
acquapertutti-aqp

Scrive di guerra, ma anche delle diatribe tipicamente adolescenziali e degli amici. Scrive del papà e dei suoi silenzi, della mamma sempre pronta a sorridere e dei suoi fratelli: Lorenzo il più grande. Francesco e Sasha i più piccoli. Vincenzo, per gli amici Vinny, racchiude nelle pagine del suo diario la vita di ogni giorno. Le serate in discoteca, i litigi e i primi amori. Racconta dei suoi stati d’animo, a tinte forti, perché a 20 anni non c’è spazio per le vie di mezzo. Racconta se stesso ma il suo, è il grido di tanti adolescenti che cercano un angolo di intimità dove incontrare i propri sentimenti e le proprie emozioni.

Sono trascorsi diciotto anni dalla prima stampa del libro “Involontariamente, amo”, edito da Mario Adda. Quel libro, nacque dalla scelta della sua famiglia di rendere immortale l’esperienza di Vincenzo Moretti, il ragazzo mai diventato adulto morto il 14 arile del 2002, a 20 anni, in un incidente stradale sul lungomare di Bari. Un incidente che in città provocò rabbia e dolore e da cui nacque la fondazione Ciao Vinny, tutt’oggi impegnata nella sensibilizzazione alla sicurezza stradale e alla cultura della vita.

A distanza di 18 anni, la casa editrice Adda, ha deciso di ristampare il diario di Vincenzo, un manifesto dell’adolescenza, dell’amore e dell’amicizia. In quelle pagine, emerge la sua voglia di vivere, di amare la vita e la sua famiglia. Ma nello stesso tempo emerge una malinconia che avvolge i suoi dolcissimi pensieri, forse essendo inconsciamente consapevole che avrebbe dovuto lasciare presto ciò che più amava per andare oltre, tra le sue stelle. Ama involontariamente in quelle pagine Vincenzo. Ama il mondo che vive così tanto intensamente da avvertirne tutta la forza. Pagine dedicate “a tutti coloro che hanno incrociato il suo sguardo almeno una volta e a tutti coloro che lo hanno amato”, ma che di fatto sono una carezza sul volto per tutti, anche per quanti non lo hanno mai conosciuto.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui