Domani, mercoledì 19 aprile, a partire dalle ore 16.30, la Casa delle Bambine e dei Bambini organizza, in collaborazione con la casa editrice FaLvision, un evento sui sensi per dare il via alla costruzione di un percorso laboratoriale sui cinque sensi, con particolare attenzione alle differenti scritture e al braille.


FaLvision, nata nel 2008 da un’idea di Luciano Maria Pegorari e Francesca Piccoli, è l’unica casa editrice italiana, dal Piemonte in giù, specializzata in braille e, come tale, ha realizzato allestimenti tattili per musei (il Museo Borgo Terra di Muro Leccese), parchi (il parco dell’Alta Murgia), teatri (la trascrizione delle opere rappresentate al Petruzzelli di Bari), enti (mappe per Comuni) e aziende pubbliche e private.

L’evento di domani si ispira alla mission di FaLvision, ovvero poter dare “visione” a quello che a volte si può solo immaginare, a maggior ragione per chi è affetto da disabilità visiva ma non solo. Con questo obiettivo nasce anche la collaborazione con la Casa delle bambine e dei bambini di Bari: grandi e piccini verranno condotti a prendere consapevolezza dei cinque sensi, in particolare il tatto, anche e soprattutto attraverso il gioco.

FaLvision dal 2012 ha creato anche collane in “nero”, ossia testi e opere che possono essere lette da tutti, sempre con lo scopo di renderle fruibili anche a coloro che non vedono. Tali collane (narrativa, poesia, saggistica, arabistica, per bambini) racchiudono anime, colori, sapori, profumi, tecniche differenti per stile, armonia, passione, ricerca… insomma: differenti scritture.

Alla Casa delle bambine e dei bambini succederà anche questo: presentazioni di libri per bambini e non, laboratori di scrittura creativa e quant’altro nascerà grazie a questa nuova collaborazione.

“Siamo particolarmente sorpresi e felici di come La casa della bambine e dei bambini stia pian piano diventando per i cittadini, le famiglie, le realtĂ  socio-culturali e il mondo del profit un luogo fisico e simbolico di coesione sociale, accoglienza e cura dei piccoli, anche di quelli che richiedono maggiori attenzioni, come i bambini con difficoltĂ  sensoriali – dichiara l’assessora al Welfare Francesca Bottalico-. Proprio in questa direzione, e con l’impegno che i servizi del welfare siano sempre piĂą aperti e accessibili a tutti e a tutte, abbiamo avviato con la FaLvision un percorso laboratoriale che si inaugurerĂ  con l’evento di domani sui cinque sensi. Dalla sua apertura il centro ha giĂ  ospitato piĂą di 2000 presenze organizzando laboratori, momenti di lettura, ludici e artistici, momenti formativi con medici e nutrizionisti, registrando grande partecipazione di minori e famiglie da tutti i quartieri”.

Ti potrebbero interessare...


caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here