Ventidue case editrici, oltre cinquanta appuntamenti, duecento ospiti tra scrittori, editori, giornalisti, attori, professionisti, quattro festival dedicati alla lettura. Sono questi i numeri della Regione Puglia alla 30esima edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino (Lingotto Fiere, via Nizza 280, Padiglione 2) in programma fino al 22 maggio.

 Da Gianrico Carofiglio a Mario Desiati, Carlo Bruni, Francesco Marocco, Alessio Viola, Nunzia Antonino, Eduardo Kovalivker, Rosa De Feo, Nadia Boccacci, Clara Nubile, Vito Antonio Leuzzi, Raffaele Pellegrino, Danilo Sbrana, Alketa Vako e tanti altri. Un programma intenso che la Regione ha realizzato in collaborazione con i Distretti produttivi regionali Puglia Creativa e Dialogoi, Ape (Associazione degli editori pugliesi) e Presìdi del libro, e che a Torino porterà il sistema culturale pugliese.

“Il tema scelto per questa edizione del Salone del Libro di Torino è Oltre il confine. Un tema intimamente collegato alla nostra Regione, terra di partenza e arrivi, tra Oriente e Occidente, che ci esorta a superare noi stessi, a guardare lontano. Partecipiamo a questo Salone da protagonisti, portando a Torino il nostro patrimonio di autori, editori, storie e ispirazioni legate al mondo della lettura – è il commento di Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia -. Dopo il grande successo dello scorso anno, la Puglia è pronta a lasciare il segno anche in questa edizione. Il Salone del Libro è un momento speciale per condividere con un pubblico ampio le nostre energie migliori, per metterle a sistema e aumentare l’attrattivitĂ  di una regione come la Puglia, terra non solo di straordinari scrittori, ma anche luogo ideale da visitare, per chi ama leggere circondato da bellezza e autenticità”.

Tra gli eventi di punta dello spazio Puglia, infatti, la presentazione del Piano regionale (sabato 20, ore 12.30, spazio eventi) e l’anteprima nazionale del Piano Strategico della Cultura della Puglia, “Piiil (Prodotto, IdentitĂ , Innovazione, Impresa, Lavoro) Cultura Puglia” (venerdì 19, ore 12, Spazio eventi) in un dialogo creAttivo del Presidente Emiliano con curatori, artisti, attori del sistema culturale pugliese sui principi e sul metodo di costruzione del Piano.

Tra i festival del settore anche Lectorinfabula,  festival di approfondimento culturale che da dodici anni anima i vicoli i chiostri e le piazze di Conversano.

“I festival culturali – sostiene Filippo Giannuzzi, direttore scientifico della manifestazione – hanno oggi la possibilitĂ  di ricoprire un ruolo importante nel nostro Paese se comprendono però che questo ruolo non si esaurisce con la passerella del personaggio famoso. I festival sono l’anello di congiunzione tra la societĂ  nelle sue varie componenti e la cosiddetta classe dirigente. Per questo – ha concluso – è molto importante fare in modo che l’esperienza del festival sia il risultato di una collaborazione e scambio tra organizzatori, enti pubblici, l’impresa privata, universitĂ  ed agenzie formative, associazioni e semplici cittadini. A distanza di piĂą di duemila anni, l’invenzione rivoluzionaria della democrazia attraverso l’agorĂ  continua a resistere e trova nuove forme di partecipazione civica attraverso i festival culturali”.

In programma anche la partecipazione di altri festival: dal Buck Festival di Foggia, il Festival della Letteratura per ragazzi, a I Dialoghi di Trani che organizzano la lectio magistralis dello scrittore Gianrico Carofiglio (sabato 20 maggio, ore 15, Sala Gialla), a Il Piccolo Festival della Parola di Noci, crossover tra parola e linguaggi artistici, al Festival della Letteratura di Lecce.

 

Ti potrebbero interessare...



caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here