Cabtutela.it
acipocket.it

I soccorritori del 118 hanno dovuto “parcheggiare” l’ambulanza a diverse centinaia di metri di distanza dal luogo del soccorso e attraversare le palazzine popolari a ridosso di via Peucetia prima di riuscire a raggiungere, a piedi, la donna che aveva accusato un malore.

E’ accaduto stamattina, un soccorso difficile e durato più del dovuto ma non per colpa degli operatori del 118 che, anzi, hanno fatto i salti mortali per arrivare quanto prima dalla signora che aveva chiesto aiuto. Via De Lilla e via Peucetia erano in quel momento bloccate dalle bancarelle del mercato e da decine di auto ferme anche in doppia fila. Per l’ambulanza, quindi, è stato impossibile raggiungere la palazzina dalla quale era partita la richiesta di intervento: i soccorritori, quindi, sono stati costretti a prendere la barella, attraversare a piedi e di corsa gli edifici popolari e, finalmente giungere dalla paziente. Fortunatamente non ci sono stati ripercussioni, ma i residenti sono su tutte le furie: “Immaginate se si fosse trattato di un infarto, dove anche i secondi persi possono essere vitali, cosa sarebbe accaduto. Prima o poi ci scapperà il morto”, dice una signora che chiede l’anonimato.

Il video che pubblichiamo mostra solo una piccola parte dell’intervento, abbiamo dovuto tagliarlo per garantire la privacy della donna. Da anni, ormai, i residenti delle case popolari chiedono a gran voce l’intervento del Comune di Bari per riportare decoro e normalità in quella zona, iniziando a liberare via Peucetia dal mercato.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui