MERCOLEDì, 21 FEBBRAIO 2024
71,147 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
71,147 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Crac As Bari, assolti Salvatore Matarrese e De Bartolomeo

Altri quattro rinvii a giudizio

Pubblicato da: Samantha Dell'Edera | Ven, 1 Dicembre 2023 - 20:38

A quasi dieci anni dai fatti tornano nelle aule del Tribunale di Bari le vicende del fallimento dell’As Bari calcio del 2014 con due assoluzioni e quattro rinvii a giudizio. Il gup Giuseppe Ronzino ha assolto “per non aver commesso il fatto” il 61enne ex parlamentare Salvatore Matarrese e l’imprenditore Domenico De Bartolomeo, rispettivamente consiglieri della società dal 2002 al 2011 (il primo) e dal 2008 al 2011 (il secondo). I due, insieme ad altri ex dirigenti, erano accusati di bancarotta fraudolenta e avevano scelto di essere giudicati con rito abbreviato.

La stessa Procura di Bari, a marzo, ne aveva chiesto l’assoluzione. Prosciolto dalle accuse più gravi di bancarotta fraudolenta per non aver commesso il fatto e rinviato a giudizio per un unico capo di imputazione, Antonio Matarrese (vicepresidente vicario del cda dal luglio 2010 al giugno 2011, nonché ex parlamentare, ex presidente della Lega Calcio ed ex vicepresidente di Fifa e Uefa).

Prosciolti anche da alcune delle accuse di bancarotta fraudolenta l’ex amministratore unico Claudio Garzelli, il suo successore Francesco Vinella e l’ex amministratore delegato e consigliere del cda Salvatore Matarrese (66 anni, cugino e omonimo dell’ex parlamentare).

Sono stati invece rinviati a giudizio per altre delle ipotesi di bancarotta fraudolenta Vinella, Garzelli e il 66enne Salvatore Matarrese. A Vinella è contestato anche l’aver distratto il patrimonio societario attraverso la risoluzione del contratto tra la As Bari e la Servizi sportivi srl, che prevedeva (in favore del Bari) il pagamento di un canone annuo di un milione di euro. Antonio Matarrese è stato rinviato a giudizio solo per aver “formato il contratto di risoluzione” con la Servizi sportivi. Le accuse riguardano la gestione della società sportiva tra il 2009 e il 2014 quando, secondo le indagini, sarebbero stati accumulati debiti tributari per mancati versamenti al fisco per quasi 55 milioni di euro e, malgrado ciò , sarebbero state anche compiute operazioni che hanno depauperato il patrimonio della società aggravando la situazione di dissesto fino al fallimento. Ne dà notizia l’Ansa.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Bari, polemiche sul ‘Nodo verde’: “Non...

Carla Tedesco, ex assessore all'urbanistica non usa mezzi termine per dire...
- 21 Febbraio 2024

Sedicenne trovato morto a Lecce, ucciso...

Il 16enne trovato morto per strada a Lecce, in via Duca...
- 21 Febbraio 2024

Bari, c’era una volta una palestra...

Prima la gioia poi la delusione. La palestra della scuola Cirielli,...
- 21 Febbraio 2024

Terzo mandato verso il tramonto (almeno...

"Noi abbiamo rilevato che non un problema che attiene a quello...
- 21 Febbraio 2024