BARI – Con la selezione dei ventuno titoli concorrenti, parte ufficialmente la prima edizione del Premio nazionale di saggistica politica “Pinuccio Tatarella”, promosso dal Comune di Bari, dalla Regione Puglia e dall’Università degli Studi Aldo Moro di Bari.\r\n\r\nVentuno i titoli, ventuno gli autori, dodici le case editrici. Si va dalla Mondadori, che fa la parte del leone con cinque titoli, alla Rizzoli, con tre titoli. A seguire Feltrinelli, Laterza e Marsilio con due titoli ciascuno. Chiudono con un titolo a testa Longanesi, Mulino, UTET, Raffaello Cortina, Indiana, Editoriale Scientifica e Rubbettino.\r\n\r\nQuesti gli autori e i titoli selezionati:\r\n\r\nPierluigi Battista, “Mio padre era fascista”, Mondadori\r\n\r\nMauro Calise, “La democrazia del leader”, Editori Laterza\r\n\r\nAlessandro Campi, “La politica come passione e come scienza”, Rubbettino editore\r\n\r\nRaffaele Cantone, “Il male italiano”, Rizzoli\r\n\r\nFranco Cardini, “L’ipocrisia dell’Occidente”, Editori Laterza\r\n\r\nGiuseppe Civati, “Il trasformista”, Indiana editore\r\n\r\nCarlo Cottarelli, “La lista della spesa”, Feltrinelli\r\n\r\nBiagio de Giovanni, “Elogio della Sovranità”, Editoriale Scientifica\r\n\r\nPaolo Flores d’Arcais, “La guerra del sacro”, Raffaello Cortina\r\n\r\nFiamma Nirenstein “Il califfo e l’ayatollah”, Mondadori\r\n\r\nGiampaolo Pansa, “Il rompiscatole”, Rizzoli\r\n\r\nCorrado Passera, “Ricomincio da cinque”, Rizzoli\r\n\r\nCirino Pomicino, “La Repubblica delle giovani marmotte”, UTET\r\n\r\nFederico Rampini, “L’età del caos”, Feltrinelli\r\n\r\nSergio Rizzo, “Il facilitatore”, Feltrinelli\r\n\r\nGiovanni Sartori, “In corsa verso il nulla”, Mondadori\r\n\r\nMarco Tarchi, “Italia populista”, Il Mulino\r\n\r\nMassimo Teodori, “Il vizietto cattocomunista”, Marsilio\r\n\r\nGiovanni Valentini, “La scossa”, Longanesi\r\n\r\nMarcello Veneziani, “Lettera agli Italiani”, Marsilio\r\n\r\nBruno Vespa “Donne d’Italia”, Mondadori\r\n\r\nI concorrenti sono stati selezionati fra le oltre cento segnalazioni pervenute alla segreteria del Premio. Un incoraggiante segnale di partecipazione, che fa ben sperare circa la partecipazione del pubblico alla fase finale del Premio. I ventuno titoli saranno ora sottoposti all’esame della giuria, presieduta da Marcello Masi (Tg2) e composta da Corrado Augias (la Repubblica), Salvatore Merlo (Il Foglio), Antonio Padellaro (Il Fatto Quotidiano), Flavia Perina (ADN Kronos), Gennaro Sangiuliano (TG1) e Paolo Valentino (Il Corriere della Sera). La giuria selezionerà i tre titoli finalisti, che parteciperanno alla fase finale del Premio, in programma dal 18 al 22 maggio prossimi. I saggi finalisti saranno presentati al pubblico nel corso di tre diversi eventi, ai quali saranno invitati anche gli autori, nell’aula magna dell’Università e nel Palazzo delle Poste.\r\n\r\nLa serata finale, invece, si terrà al Teatro Petruzzelli il 22 maggio: un evento a ingresso libero in cui sarà il pubblico in sala a decretare il vincitore della prima edizione del Premio nazionale di saggistica politica “Pinuccio Tatarella”. Per partecipare alla serata finale è consigliabile prenotare inviando una mail a segreteriapremiotatarella2016@gmail.com\r\n\r\n 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here