lapugliativaccina.regione.puglia.it

Al fine di supportare le persone senza fissa dimora o in particolare difficoltà a causa del gelo, dopo aver esaurito la disponibilità di tutti i posti nei centri di accoglienza notturna cittadini previsti dal piano comunale sull’emergenza freddo (300 ordinari e, in aggiunta, 40 per le emergenze), l’amministrazione comunale ha allestito altri 38 posti letto all’interno del padiglione del Comune nella Fiera del Levante, grazie alla fornitura di altrettante brande da parte della Protezione civile, lenzuola monouso offerte dalla Croce Rossa Italiana e coperte raccolte dall’associazione In.Con.Tra o donate dall’Ikea.

\r\n

Sabato notte in sette sono stati accolti nel padiglione a seguito dell’intervento e accompagnamento da parte degli operatori del Pronto Intervento Sociale e dei volontari di In.Con.Tra, che ha coordinato in questi giorni il presidio in Stazione centrale.  Si è trattato di un rafforzamento del piano comunale, predisposto all’inizio del mese di dicembre e coordinato dall’assessorato al Welfare per fronteggiare l’emergenza freddo, resosi necessario a seguito delle esigenze raccolte sul territorio grazie al capillare monitoraggio realizzato da operatori e volontari impegnati in questi giorni di allerta meteo.

\r\n

Nel complesso sono state ospitate 347 persone senza fissa dimora e in stato di fragilità, che in queste notti hanno dormito e consumato un pasto caldo nei centri di accoglienza cittadini (Andromeda, Chill House, Don Vito Diana, Villa A.T.A., Croce Rossa e Fiera del Levante). Dal 5 gennaio, inoltre, il centro comunale di accoglienza notturna “Andromeda” (in corso Alcide De Gasperi, 320/A), la struttura della Croce Rossa Italiana (in viale di Maratona) e il centro “Don Vito Diana” (via Duca degli Abruzzi), gestito dalla Caritas Bari-Bitonto, sono aperti durante tutto il giorno in via straordinaria, al fine di accogliere quanti necessitano di un posto al riparo dal freddo. Solo per qualche ora della giornata di domani, lunedì 9 gennaio, dalle ore 8 alle 14, il centro della C.R.I. resterà chiuso al pubblico, tranne per le situazioni di estrema fragilità, per consentire agli operatori di svolgere le operazioni di pulizia degli spazi.

\r\n

L’apertura diurna proseguirà fino a mercoledì 11 gennaio, anche grazie alla disponibilità dell’azienda Ladisa ristorazioni per la somministrazione di pasti caldi, forniti negli stessi centri di accoglienza notturna, oltre che presso la mensa del centro diurno Area 51, aperto tutti i giorni senza sosta, e le altre mense aperte su tutto il territorio cittadino.

\r\n

Si ricorda anche che è attivo tutti i giorni, e sino al termine dell’emergenza, il presidio fisso per la distribuzione di coperte in Stazione centrale ad opera della C.R.I. e dell’associazione In.Con.Tra. Grazie al supporto dei mezzi di Multiservizi e Amtab e del personale del P.I.S. e dei volontari di In.Con.Tra., inotre, da ieri è stato allestito il presidio straordinario in fiera e sono stati distribuiti circa 5 quintali di legna, delle coperte e alimenti di vario genere agli abitanti dei campi Rom situati sul territorio cittadino.

\r\n

Si ricorda che, per segnalare emergenze sociali, è sufficiente contattare il P.I.S. (numero verde 800 093 470), attivo 24 ore su 24 e in costante contatto con la Polizia Municipale anche per indirizzare tutte le persone in stato di bisogno presso le strutture notturne cittadine.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui