Cabtutela.it
acipocket.it

Bari resta al buio per sensibilizzare i cittadini sul tema del risparmio energetico. Parte anche quest’anno la campagna “M’illumino di meno” promossa dalla trasmissione di Radio Due, “Caterpillar”, per il tredicesimo anno di fila. Oltre al tradizionale spegnimento dei 196 candelabri ornamentali del lungomare Nazario Sauro e Imperatore Augusto, dalle 19.30 alle 21 del 24 febbraio, quest’anno resteranno senza luce anche piazza Mercantile e il ponte Adriatico, nel tratto compreso tra la rotatoria con viale della Carboneria e quella con viale Tatarella.

In particolare, dalle ore 20 alle 21, saranno disattivati 78 lampioni presenti sullo spartitraffico e intorno alla rotatoria, mentre resterà accesa l’illuminazione dell’antenna del ponte Adriatico e delle due fontane nelle rotatorie.

La pubblica illuminazione a led

In occasione della 13esima edizione di “M’illumino di meno”, il Comune rilancia la sfida del risparmio energetico, tramite l’uso dei led nell’illuminazione pubblica.
È questo il caso del nuovo ponte Adriatico, illuminato da 78 apparecchi luminosi a led da 135 Watt, che garantiscono un risparmio del 50 per cento circa rispetto alle lampade tradizionali. Solo per questo tratto di strada, il risparmio che il Comune di Bari consegue annualmente è stimato infatti in circa 10mila euro.
Altri importanti impianti di pubblica illuminazione a led sono in corso di esecuzione nel waterfront di San Girolamo, dove sono previsti circa 200 corpi illuminanti e nel restyling di via Sparano con circa 123 nuovi apparecchi. Saranno illuminate a Led anche via Amendola, con 79 nuovi apparecchi previsti tra carreggiata e pista ciclabile, viale Europa fino alla rotatoria con via Gabriele D’Annunzio, via San Giorgio martire e strada Sant’Anna a San Giorgio.
Sono in corso di sostituzione anche circa 1073 semafori tradizionali con nuove lanterne dotate di luci a led che assicureranno un sensibile risparmio energetico, oltre che minori costi di manutenzione e una maggiore durata di funzionamento.
“Sono oltre 30mila i corpi illuminanti a led su cui stiamo investendo in questi mesi.- spiega l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso – le nostre azioni non si limitano solo al contenimento del consumo energetico attraverso l’impiego di queste tecnologie che offrono anche maggiore luminosità, ma mirano anche a ridurre l’inquinamento luminoso diffuso nelle città”.
“In queste ore stiamo definendo i dettagli di una ciclopasseggiata al buio – dichiara l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli – in modo da affiancare al tema del risparmio energetico e alle politiche di abbattimento dell’inquinamento luminoso, la riduzione dell’inquinamento atmosferico e la proposta di stili di vita corretti, come l’utilizzo della bicicletta al posto dell’auto. Nella giornata di venerdì inoltre sarà importante vedere illuminato il lungomare solo dalle luci delle biciclette”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui