“Melendugno libera – Lo Stato difenda i cittadini”. E’ il testo dello striscione che il Movimento 5 Stelle ha esposto oggi nell’Aula del Consiglio regionale della Puglia per “denunciare quanto sta accadendo nel comune salentino dove centinaia di uomini delle forze dell’ordine – sostengono i cinquestelle – hanno letteralmente militarizzato la zona e in alcuni casi bloccato la circolazione per permettere lo svolgimento dei lavori nel cantiere del gasdotto Tap”. Il gruppo consiliare M5S ha così voluto chiedere “un impegno serio e forte da parte del Consiglio e del Governo regionale”.

L\'articolo continua sotto alla pubblicità

In Aula è intervenuto il consigliere Antonio Trevisi sottolineando la “preoccupazione per la situazione che sta vivendo il Paese con un pezzo del Salento militarizzato e dove oggi lo Stato sta difendendo gli interessi di una multinazionale straniera e a scapito degli interessi dei cittadini. Chiediamo pertanto che il Consiglio regionale intervenga con tutti gli atti necessari, con delle azioni forti”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.


caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here