Una testa di mucca, con un proiettile di kalashnikov calibro 7,62 conficcato. L’ha trovata all’ingresso di casa, in piazza  De Sanctis a Foggia, Tullio Capobianco, ex presidente del Foggia Calcio. Un nuovo atto intimidatorio che arriva a distanza di due mesi da un’altra minaccia: il 9 giugno scorso un principio di incendio danneggiò la porta d’ingresso dell’abitazione dell’imprenditore. Sull’accaduto indaga la Polizia, che spera di poter avere un ausilio dai filmati delle telecamere di videosorveglianza in zona.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here