Nei giorni scorsi, manifesti e locandine elettorali sono stati affissi in modo abusivo su edifici universitari. “L’episodio – dice il rettore dell’Università Aldo Moro, Antonio Uricchio –  purtroppo non isolato, induce a una seria riflessione sull’esigenza di rispettare  beni di interesse generale e offerte alla pubblica fruizione. Nel ricordare  che  imbrattare o deturpare beni immobili e cose altrui  costituisce reato, si esprime  la condanna  più ferma nei confronti di tali manifestazioni di vandalismo,  facendo appello al senso civico”. Il rettore ringrazia l’associazione  Retake  per aver  ripulito ancora una volta  la facciata del palazzo di Giurisprudenza da manifesti e locandine restituendo all’edificio il suo aspetto originario e “per l’impegno – conclude –  nella lotta contro il degrado, nella valorizzazione dei beni pubblici e nella diffusione del senso civico sul territorio”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
fieradellevante.it
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here