Si svolgerà a Lecce, il prossimo 8 novembre, presso il Castello Carlo V, il «Forum internazionale sulle politiche di accoglienza per il diritto allo studio universitario», appuntamento che ospiterà ambasciatori e diplomatici di Paesi europei ed extra europei.

Si discuterà di accoglienza e diritto allo studio universitario, in una giornata che gode del patrocinio della Regione Puglia e del Comune di Lecce, organizzata da Adisu Puglia, l’agenzia regionale per il diritto allo studio universitario e dal Festival Giornalisti Mediterraneo. Il capoluogo salentino si appresta ad ospitare, dunque, gli ambasciatori dei Paesi dei Balcani, del Maghreb e del Mediterraneo, con l’obiettivo di avviare un dialogo e, successivamente, sottoscrivere un Protocollo d’intesa per l’avvio di un progetto pilota per l’accoglienza e l’assistenza degli studenti in Puglia. Un accordo di partenariato mirato a favorire l’arrivo degli studenti da Paesi terzi e che consentirà attraverso il Forum il doppio obiettivo di stabilire relazioni diplomatiche proficue tra gli atenei pugliesi e i Paesi ospiti e di valorizzare il ruolo delle istituzioni universitarie territoriali nel panorama accademico internazionale. «Occasione privilegiata, quella del Forum internazionale sulle politiche di accoglienza per il diritto allo studio universitario.

La presenza, a Lecce, della diplomazia internazionale segna una svolta nell’interscambio culturale, con particolare riguardo agli studenti stranieri che vogliono studiare in Puglia», commenta l’assessore regionale all’Istruzione, alla Formazione, al Lavoro Sebastiano Leo. «Nella nostra regione, già da diversi mesi, è attivo lo sportello per l’accoglienza di chi arriva dall’estero che, grazie agli accordi che andremo a siglare durante il Forum, sarà ancora più efficace e parte di una rete integrata che definisce standard e procedure. L’eccellente sistema universitario pugliese ha le carte in regola per continuare ad essere attrattivo sul piano internazionale, al pari di altri atenei italiani ed esteri». «È una grande soddisfazione avere a Lecce tanti diplomatici ad accompagnare la presentazione di un servizio per il quale la Regione Puglia è prima in Italia», spiega il direttore generale di Adisu Puglia Gavino Nuzzo, «ovvero lo sportello per l’internazionalizzazione degli studenti stranieri, frutto del buon lavoro che la Regione e l’Adisu hanno messo in campo in questo settore, consapevoli che il bacino del Mediterraneo può rappresentare un grosso potenziale di crescita culturale ed economico per l’Italia». «La rete internazionale è anche strumento per lo scambio culturale fra i popoli, con il Forum lavoriamo affinché si riaffermi anche come opportunità per i giovani studenti universitari. Siamo felici di mettere a disposizione il patrimonio di competenze e relazioni acquisite negli anni», sottolinea Tommaso Forte, patron del Festival dei giornalisti del Mediterraneo, che quest’anno è giunto alla sua 11.ma edizione.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here