Cabtutela.it
revolution-academy.it

Cinquecento giorni per il raddoppio della carreggiata di via Amendola (da due a quattro corsie). Ma le tempistiche annunciate lo scorso 25 giugno per completare il progetto da 4 milioni e 620 mila euro non saranno rispettate: i lavori procedono con maggiore lentezza, la seconda fase – in cui il traffico si sposta sulle nuove due corsie realizzate, mentre viene adeguata la carreggiata esistente – inizierà solo tra febbraio e marzo 2020 anziché dallo scorso maggio. I lavori erano pronosticati in 500 giorni.

Ad aprile si procederà con il terzo step che prevede la realizzazione di tre rotatorie mentre l’ultimo atto riguarderà il rifacimento dell’asfalto e l’istallazione della segnaletica verticale oltre a quella orizzontale (dall’1 al 15 luglio, quando le scuole saranno ormai chiuse). Le tempistiche quindi non saranno rispettate e si attendono almeno sei mesi di ritardi.

Le tre rotatorie sostituiranno 20 semafori, pista ciclabile, 80 nuovi alberi, illuminazione a led, attraversamenti pedonali più sicuri, 6.500 mq di marciapiedi e videosorveglianza. A buon punto le procedure per gli espropri che permettono di allargare lo spazio della carreggiata, arretrando di circa 20 metri recinzioni e cancellate.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

  1. Via Amendola è come il titolo della famosa trasmissione degli anni ’60, con il maestro delle elementari, ritornata oggi in auge per uno spot della Rai: non è mai troppo (ri)tardi.

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui