Sarà avviato entro Natale il cantiere per la realizzazione della nuova illuminazione pubblica e videosorveglianza nel Villaggio Trieste.

Si tratta del primo degli interventi da realizzare attraverso l’appalto “Smart grid”, del valore complessivo di un milione e 600mila euro, aggiudicato di recente. Complessivamente saranno installati 101 nuovi corpi illuminanti, 85 dei quali sulla sede stradale, con una potenza di 104 watt ciascuno, e 16 di minore potenza, pari a 52 watt, nel giardino don Tonino Bello interno a Villaggio, dove sarà anche effettuata una sostituzione dei corpi illuminanti “testa palo” esistenti. Pertanto tutta la viabilità del quartiere sarà illuminata con nuova luce in grado di garantire 40 lux medi di illuminamento, valore in linea con quelli degli interventi in corso in tutta la città.

I lavori – come spiega l’assessore Galasso – prevedono anche l’installazione di 10 telecamere di videosorveglianza in corrispondenza delle tre vie d’accesso al quartiere e nei piazzali interni, compreso il giardino don Tonino Bello.

“Effettueremo il primo intervento di questo appalto proprio nel Villaggio Trieste, anche per onorare un impegno preso con i residenti qualche mese fa, in occasione dell’acquisizione delle aree del Villaggio al patrimonio comunale – commenta il sindaco Antonio Decaro -. La nuova pubblica illuminazione, rigorosamente a led, svilupperà una potenza complessiva di 10 kw. Nei giorni scorsi i tecnici dei Lavori pubblici, insieme all’assessore Galasso, hanno effettuato diversi sopralluoghi per individuare i punti in cui saranno montati i plinti dei nuovi pali. L’attuale illuminazione sarà funzionante fino a quando non saranno terminati i lavori.

Come accaduto per gli altri interventi realizzati sull’illuminazione pubblica, il risultato finale sarà una luce bianca a 3.000 gradi kelvin molto più efficace della precedente, che ci consentirà di ottenere un significativo risparmio energetico e una distribuzione più omogenea della luce sulla sede stradale e sui marciapiedi. Il nuovo quadro elettrico sarà telecontrollato e quindi gestibile anche da remoto. Prevediamo di mettere in funzione la nuova illuminazione entro la prima metà di marzo, anche perché dovremo attendere i nuovi allacci per la fornitura di energia elettrica, già richiesti al gestore.

Confidiamo che, attraverso l’incremento della potenza di luce e il montaggio delle telecamere collegate con la sala comando della Polizia locale, anche i problemi legati alla sicurezza subiranno un calo”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here