Cabtutela.it
acipocket.it

Sono cominciati in questi giorni i lavori per l’esecuzione dei nuovi impianti luminosi a led che prevedono la sostituzione delle vecchie luci e l’implementazione di nuove nelle aree che ne erano sprovviste. Lo rende noto l’assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso.

Si tratta di interventi dell’importo complessivo di 5 milioni di euro, uno per ogni Municipio, che saranno realizzati in questi mesi, fino alla fine dell’anno, secondo la modalità dell’accordo quadro già sperimentato e utilizzato per altri appalti.

Si partirà dal Municipio II per una questione di organizzazione dell’impresa esecutrice dei lavori che già in questi giorni ha avviato il cantiere nel giardino Amprino, adiacente alla sede municipale in Stradella del Caffè. È un giardino realizzato oltre quarant’anni fa, da sempre sprovvisto di illuminazione, richiesta a gran voce dai residenti da molti anni.

“Dopo le prime esperienze con la sostituzione delle luci nel quartiere Libertà e, a seguire, nei parchi e nei giardini – spiega Galasso – abbiamo compreso ancor di più l’importanza di spazi, strade e parchi illuminati. Interventi necessari sia per migliorare la vivibilità dei luoghi sia per aumentare la percezione di sicurezza da parte dei cittadini. Se illuminati adeguatamente, gli spazi pubblici vengono vissuti e, quindi, diventano bersagli più difficili per vandali o delinquenti. Per questo abbiamo deciso di investire su tutta la città, scegliendo insieme ai rappresentanti dei singoli territori, attraverso i Municipi, le priorità su cui investire con questo primo accordo. Si tratta di una delle più grandi operazioni di efficientamento energetico mai realizzate a Bari”.

Di seguito l’elenco, che non è esaustivo (in corso d’opera saranno effettivamente computati i costi degli interventi in modo da programmarne altri già individuati), delle strade e degli spazi pubblici interessati dagli interventi sulla pubblica illuminazione nei cinque Municipi cittadini:

Municipio I

  • playground Sant’Anna
  • playground Torre a Mare
  • via Bari, a Torre a Mare
  • via Morelli e Silvati
  • via Eustasio
  • viale Imperatore Traiano e il prolungamento su corso Sonnino
  • via Caduti del 28 Luglio 1943
  • via Gentile

Municipio II

  • giardino Amprino
  • sostituzione di tutte le sospensioni centrali nei quartieri Carrassi, San Pasquale e Picone (sulla scia di quanto realizzato al Libertà)
  • via Lucarelli
  • viale Pasteur, via Solarino e via Coletta nel Quartierino
  • via Capruzzi (prima dell’apertura del nuovo ingresso della stazione)
  • giardino Camomilla, in via Maria Cristina di Savoia
  • area parcheggio di via Pappacena

Municipio III

  • via De Ribera
  • viale Europa, nel tratto tra via Bruno Buozzi e viale delle Regioni
  • strada San Girolamo
  • strada vicinale del Tesoro
  • viabilità interna del Villaggio del Lavoratore
  • via Calabria
  • via Marie Curie
  • via Catanzaro
  • via Cosenza
  • via Campania
  • via Van Westerhout
  • strade interne dei quartieri San Girolamo e Fesca

Municipio IV

  • completamento della sostituzione delle luci nella parte vecchia di Carbonara (già effettuato un primo intervento su circa 480 lampade), oltre al centro di Ceglie e Loseto
  • piazza Umberto I, a Carbonara
  • piazza Vittorio Emanuele, a Ceglie
  • piazza Santa Maria del Campo, a Ceglie
  • piazza Vittorio Emanuele, a Loseto
  • piazza De Ruggiero, a Loseto
  • via Fransvea
  • II traversa di via Vela
  • piazza Vittime del femminicidio
  • via San Leo
  • piazza Pertini, a Santa Rita
  • parco don Vito Marotta

Municipio V

  • via Nazionale e via Napoli, a Santo Spirito
  • perimetro esterno del giardino Peppino Impastato
  • corso Vittorio Emanuele e via duca d’Aosta, a Palese
  • via Armando Diaz, a Palese nel tratto tra via Tenente Ranieri a via Girolamo Nisio
  • via Del Turco
  • via Minervino
  • playground di via Minervino
  • perimetro esterno in piazza Capitaneo
  • via Gabriele D’Annunzio
  • zona Torricella
  • strada del Baraccone.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui