Cabtutela.it

Check point e interventi mirati. Nel capoluogo pugliese non si ferma il contrasto a chi viola la quarantena. Nella notte due pattuglie della Polizia Locale di Bari, verso la mezzanotte, sono intervenute per una festa di compleanno in casa in via Trevisani nel cuore del quartiere Libertà.

Sono stati contestati sei verbali relativi alle violazioni durante l’emergenza coronavirus e la violazione ad una ordinanza sindacale per rumori molesti. Ad ognuno dei ventenni è toccato un verbale da 400 euro per violazioni ai DPCM Covid19. Inoltre a causa dei rumori molesti la polizia locale sta procedendo al reato contravvenzionale art. 659 cp. che prevede l’arresto fino a 3 mesi o ammenda fino a 309 euro.

Una ennesima dimostrazione della necessità di contrastare sul territorio la violazione delle norme sanitarie. Ieri, 8 aprile, il sindaco di Bari Antonio Decaro ha partecipato a un blitz per controllare veicoli e pedoni. “Devi stare a casa, non devi andare a magiare a casa di tua figlia. Secondo te io non voglio andare a mangiare a casa dei miei genitori?”, ha gridato Decaro all’anziano sanzionato con un verbale da 533 euro (video in basso).


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui