Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Dai tour virtuali ai colloqui a distanza, con l’emergenza sanitaria si modificano anche le modalità degli Open Day per l’orientamento scolastico. E’ indubbiamente un anno atipico per gli studenti baresi, ma non solo. Sono molti gli studenti di tutta Italia che dal prossimo mese saranno impegnati alle prese con un importante passo da compiere, quello della scelta della scuola, elementare, media o superiore che sia.

Se fino all’anno scorso a partire dal mese di dicembre, fino a fine gennaio, era possibile visitare le scuole prescelte prendendo parte a lezioni, laboratori, ma anche a tour in presenza utili per “respirare” l’aria della scuola in questione, quest’anno, a causa del momento storico dettato da una pandemia ancora in corso, scuole, docenti, ma anche genitori e futuri studenti dovranno adattarsi rinunciando, in moltissimi a casi, a guardare in anteprima, dal vivo, il proprio istituto di riferimento.

Colloqui a distanza, tour virtuali degli edifici, presentazione delle offerte formative online, ma anche video di presentazione delle scuole, con veri e propri tour delle stesse. Sono tante le proposte innovative presentate dagli istituti baresi per offrire un quadro, seppure sommario, di quello che accade all’interno delle proprie aule.

In particolare, un’iniziativa di questo tipo, con video di presentazione, è stata portata avanti dal liceo scientifico E.Fermi. Nello specifico, gli alunni della scuola, hanno presentato “in pillole” il liceo in un breve video in cui, rivolgendosi ai compagni delle scuole secondarie di primo grado, non solo gli hanno illustrato la scuola, raccontando loro com’è essere studenti del Fermi, ma hanno anche augurato loro di poter essere dei futuri liceali di quell’istituto.

Il Fermi, così come molte altre scuole baresi, ha optato per delle videoconferenze partecipate sulla piattaforma Microsoft Teams. Anche il Socrate (che ha avviato le attività di orientamento già dallo scorso 5 dicembre) e lo Scacchi, rispettivamente liceo classico e scientifico, hanno  optato per Open Day in modalità virtuale.

Per quanto riguarda lo Scacchi, in particolare, già a partire dal prossimo 18 dicembre, dirigenti scolastici e docenti presenteranno sia l’offerta formativa didattica, sia gli ambienti della scuola. La differenza tra i due istituti riguarderà solo la possibilità di accesso, mentre per lo Scacchi è possibile collegarsi al link direttamente dal sito ufficiale, per il Socrate i colloqui saranno invece a numero chiuso e sarà necessaria dunque la prenotazione.

Modalità simili saranno utilizzate anche per altri istituti baresi, tra queste non solo scuole superiori come il Marco Polo, il liceo Orazio Flacco, ma anche il Romanazzi e il  Liceo De Nittis Pascali, che terrà, già dal mese di dicembre, un vero e proprio webinar. Anche scuole medie ed elementari, soprattutto le medie, hanno optato per la modalità online.  Prevista, per alcune scuole, anche la possibilità di organizzare colloqui individuali. Sarà possibile però visitare le strutture, medie o superiori, solo previa prenotazione, onde evitare possibili assembramenti. Stesso discorso per le elementari dove in alcuni casi sono state aperte proprio delle liste di genitori con tanto di appuntamento e biglietto “da stampare” per conoscere docenti e istituto. In altri casi, per ridurre le possibilità di contatto, ci si affida ai video “promozionali”, mostrando tutto quello che di bello è stato realizzato nelle diverse strutture.  Anche le università, tra cui quelle baresi, in quest’anno così particolare hanno dovuto reinventarsi optando per la modalità online.

Una decisione che costa caro sia a scuole e facoltà, sia ai futuri studenti, poiché indubbiamente, si tratta di modalità diverse che non permetteranno di far provare a bambini e ragazzi anche esperienze formative che spesso invece hanno un importante peso sulla scelta finale del percorso di studi o dell’istituto.

Modalità di iscrizione.

Le iscrizioni saranno online per tutte le classi prime della scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado statale. L’adesione alla procedura d’iscrizione online è facoltativa per le scuole paritarie. L’iscrizione si effettua, invece, in modalità cartacea per la scuola dell’infanzia.

Per affiancare i genitori nella scelta è disposizione un’App del portale ‘Scuola in Chiaro’ che consente di accedere con maggiore facilità alle principali informazioni relative a ciascun istituto.

Ci sarà tempo dalle 8:00 del 4 gennaio 2021 alle 20:00 del 25 gennaio 2021 per inoltrare la domanda. Ma ci si potrà registrare sul portale dedicato (www.istruzione.it/iscrizionionline/) già a partire dalle ore 9:00 del 19 dicembre 2020. Chi è possesso di un’identità digitale (SPID) potrà accedere al servizio utilizzando le credenziali del proprio gestore e senza effettuare ulteriori registrazioni. Saranno online anche le iscrizioni ai percorsi di istruzione e formazione professionale erogati in regime di sussidiarietà dagli istituti professionali e dai centri di formazione professionale accreditati dalle Regioni che, su base volontaria, aderiscono al procedimento di iscrizione in via telematica.

Scuola dell’infanzia
Potranno essere iscritti i bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni compiuti entro il 31 dicembre 2021. Potranno essere iscritti anche i bambini che compiono il terzo anno di età entro il 30 aprile 2022.

Sarà possibile scegliere tra tempo normale (40 ore settimanali), ridotto (25 ore) o esteso fino a 50 ore.

Scuola primaria
Sarà possibile iscrivere alle classi prime della scuola primaria i bambini che compiono 6 anni di età entro il 31 dicembre 2021. Potranno essere iscritti anche i bambini che compiono 6 anni dopo il 31 dicembre 2021, ma entro il 30 aprile 2022. In subordine rispetto all’istituto scolastico che costituisce la prima scelta, si potranno indicare, all’atto di iscrizione, fino a un massimo di altri due istituti.

All’atto dell’iscrizione, le famiglie esprimeranno le proprie opzioni rispetto alle possibili articolazioni dell’orario settimanale che può corrispondere a 24 ore, 27 ore (elevabili fino a 30), o 40 ore (tempo pieno).

Secondaria di primo grado
Nella scuola secondaria di primo grado, al momento dell’iscrizione, le famiglie esprimeranno la propria opzione rispetto all’orario settimanale, che può essere articolato su 30 ore oppure su 36 ore, elevabili fino a 40 ore (tempo prolungato). In subordine rispetto all’istituto scolastico che costituisce la prima scelta, si potranno indicare, all’atto di iscrizione, fino a un massimo di altri due istituti.

Secondaria di secondo grado
Nella scuola secondaria di secondo grado, le famiglie effettueranno anche la scelta dell’indirizzo di studio, indicando l’eventuale opzione rispetto ai diversi indirizzi attivati dalla scuola. In subordine rispetto all’istituto scolastico che costituisce la prima scelta, si potranno indicare, all’atto di iscrizione, fino a un massimo di altri due istituti.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui