Cabtutela.it
acipocket.it

Una letterina, come tante se ne scrivono nei giorni che precedono il Natale. Quella di Francesco, un bambino di Bari, non è però indirizzata alla lontana Lapponia, né agli aiutanti di Babbo Natale. Francesco per questo Natale ha scritto ai bambini ricoverati nel reparto di Onco-Ematologia pediatrica del Policlinico di Bari, per esprimere il suo augurio ai piccoli degenti. “Cari bambini, sono Francesco, vi voglio portare un sorriso e dei giocatoli per augurarvi buon Natale”, scrive il piccolo, accompagnando la missiva con grandi buste piene di giochi per i suoi coetanei che, in questo delicato periodo, si trovano a lottare contro la malattia. Ed è proprio a questa sfida che va il pensiero di Francesco che, in conclusione del suo biglietto, fa un’esplicita richiesta ai piccoli pazienti: “Guarite presto – scrive, per poi concludere – Vi voglio bene e diventate gentili come me”. 

Un gesto, quello del piccolo donatore barese, che si inserisce nell’ambito delle tante iniziative di solidarietà che, nonostante il complesso periodo di emergenza sanitaria, sono state realizzate in questi giorni all’interno del reparto, grazie all’impegno dello staff di Apleti – associazione pugliese per la lotta alle emopatie e ai tumori dell’infanzia e alla collaborazione di tanti altri soggetti pubblici, privati e rappresentanti delle forze dell’ordine. E così, per regalare un sorriso ai piccoli degenti e alle loro famiglie, nel reparto è stata possibile una video-conferenza con Babbo Natale (barese, anche lui), in diretta dalla Lapponia e poi, ancora, tanti momenti di gioco realizzati tra le corsie, dove i bambini hanno potuto ulteriormente familiarizzare con i locali del reparto, cercando i propri doni nella “stanza dei cerotti”.  

Un modo, anche questo, per alleviare il periodo di degenza dei piccoli e le tante terapie a cui sono costretti a sottoporsi ogni giorno e per provare a trasformare la sofferenza in magia. Come la magia resa possibile dai militari dei Vigili del Fuoco del comando di Bari che, anche quest’anno e nonostante la rigida chiusura del reparto in ragione della tutela dei malati dal rischio di contagio da Coronavirus, sono riusciti nell’impresa di effettuare la consueta consegna dei doni. Con un bizzarro accostamento di divisa e slitta, di cavi, carrello elevatore e sacchi colmi di regali, i militari delle Fiamme Gialle hanno messo in scena una spettacolare prova di solidarietà, in grado di lasciare a bocca aperta i piccoli pazienti, i loro genitori e tutti gli altri degenti del Policlinico di Bari, che sono corsi alle finestre ad applaudire il momento di magia. Tra gli sguardi attoniti dei bambini e le manine schiacciate contro le vetrate, i Vigili del Fuoco hanno depositato i loro doni sul terrazzino del reparto, in modo da non venire mai a contatto diretto con i destinatari dei regali, se non con il loro cuore.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui