Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Un piano da oltre due miliardi di euro per il risanamento delle reti in tutti i comuni pugliesi. E’ questa la manovra che Acquedotto Pugliese mette in campo sul fronte del risparmio della risorsa idrica e per un servizio sempre più efficiente. Un piano partito in queste settimane che vedrà il suo completamento nel 2043. Intanto, con una spesa di 80 milioni di euro, destinati alla realizzazione di 155 chilometri di nuove reti in 21 comuni, ha preso il via da Valenzano uno degli appalti previsti denominato “Risanamento Reti 3”.

Finanziati dalla Regione Puglia con fondi europei, per un totale di 80 milioni di euro, i lavori, che si concluderanno entro la fine del 2022, sono partiti simbolicamente con l’inaugurazione dei cantieri nell’abitato di Valenzano, alla presenza del presidente di AQP, Simeone di Cagno Abbrescia, del sindaco Giampaolo Romanazzi e del Coordinatore industriale – Direttore reti e impianti di Aqp, Francesca Portincasa.

Gli interventi avviati, che prevedono la sostituzione di 4,2 km di reti idriche, con un investimento di 1,9 milioni di euro, sono destinati a conseguire la distrettualizzazione, il controllo e il monitoraggio delle pressioni delle reti idriche nel territorio interessato.

“Abbiamo messo in campo – dichiara Simeone di Cagno Abbrescia, presidente di Acquedotto Pugliese – un impegno eccezionale per risanare le reti. L’acquedotto è un sistema complesso, con diverse criticità legate alla vetustà della rete, la più grande d’Europa. Per questo abbiamo la necessità di intervenire con azioni straordinarie. Al contempo l’azienda è impegnata a integrare le fonti esistenti e riutilizzare le acque di depurazione. Azioni fondamentali per fronteggiare i cambiamenti climatici in atto e al contempo ridurre la vulnerabilità del sistema nel lungo periodo. Dinanzi a una sempre maggiore scarsità idrica dobbiamo agire su più fronti per rendere sempre accessibile alle nostre popolazioni un bene così indispensabile. Procediamo dunque nel piano di risanamento delle reti, in piena sinergia con la Regione Puglia, l’Autorità Idrica Pugliese e le amministrazioni comunali”.

Il piano di Risanamento 3, suddiviso in 6 lotti, prevede interventi sulle reti idriche di San Marco in Lamis, Monte Sant’Angelo, Martina Franca, Taranto, Altamura, Santeramo in Colle, Bitetto, Bari, Valenzano, Castellana Grotte, Palo del Colle, Cassano delle Murge, Ruvo di Puglia, Terlizzi, Barletta, Bisceglie, Minervino Murge, Trani, Giovinazzo, Molfetta e Corato.

A seguire, prenderanno l’avvio il progetto di Risanamento Reti 4, che prevede un investimento di 637 milioni di euro per la sostituzione e la distrettualizzazione di reti in 94 comuni, e il progetto di Risanamento Reti 5, che riguarderà 115 comuni per un importo di 1,2 miliardi.

Oltre alle azioni straordinarie, Acquedotto Pugliese è impegnato quotidianamente in interventi ordinari di manutenzione delle condotte idriche. Nel 2020 le squadre di AQP hanno, infatti, ispezionato complessivamente 4.500 km di rete, localizzando 3.400 perdite.

Le opere previste giungono al completamento degli interventi realizzati nell’ambito dei progetti Risanamento 1 e 2, che hanno portato complessivamente alla realizzazione di 240 km di nuove reti e alla sostituzione di 300 km di condotte in 238 Comuni, per un investimento totale di 213 milioni di euro.

Tornando ai lavori avviati a Valenzano occorre specificare che interesseranno Via Bari (e vicoli connessi), Via Padre Pio, Via Moro (primo tratto), Via Carducci, Via Dalla Chiesa,Via Bacchelli,Via Ardillo, Via Leopardi, Via Gramsci, Via Tufaro, Largo Plebiscito, Via Montrone, Via Rossini, Via Bellini, Via Boito, Via Muraglie, Via Santa Croce, Via Orazio Flacco.

L’abitato di Valenzano, in realtà è stato al centro di numerosi interventi realizzati da Acquedotto Pugliese. Nel 2019 è stato effettuato un lavoro di ricerca perdite sulla totalità della rete (48 km), con interventi di riparazione delle perdite per un totale di 12 mila euro, come pure la distrettualizzazione dell’abitato con suddivisone della rete in 3 macro-distretti (suddivisi ciascuno in sotto-distretti), con un recupero complessivo dell’immesso in rete del 25%.

Nell’arco di tempo compreso tra il 2019 e il 2020 sono stati inoltre effettuati interventi di manutenzione straordinaria, con la sostituzione della rete idrica e delle derivazioni di utenza su via Piave: 400 metri di rete, con un importo di 120 mila euro.

Nel territorio di Valenzano sarà, inoltre, oggetto di lavori di manutenzione straordinaria il serbatoio idrico (a servizio dei comuni di Bari e Triggiano): si provvederà al rifacimento dell’impermeabilizzazione della copertura con un investimento pari a 1,7 milioni di euro, a totale carico dei proventi tariffari. Apertura dei cantieri a giugno 2021.

A partire dall’anno in corso e sino al 2023, sarà realizzato infine l’adeguamento, con una spesa di 1,1 milioni di euro, del sistema fognario a Largo Plebiscito, Via Capurso, Via Bari, Via Diaz, Via Tufaro, Via Muraglia, Via Giovanni XXIII.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui