lapugliativaccina.regione.puglia.it

“Finalmente le feste natalizie tornano alla normalità”. Una frase che accomuna i baresi sia sui social network sia durante le chiacchierate nei bar grazie all’effetto vaccino: rispetto al 2020 niente più strade deserte, limitazioni in casa per il numero di parenti o coprifuoco.

Il capoluogo pugliese si sta quindi preparando alle celebrazioni di Natale, del patrono San Nicola e Capodanno. A partire dal 6 dicembre, soprattutto nei luoghi maggiormente frequentati, si terranno una serie di iniziative itineranti. Lo spettacolo di illuminazione dell’albero in programma la sera del 6 dicembre sarà preceduto dal ritorno della processione per alcune strade della statua del Santo che sarà portata in auto anziché in spalla. Le porte della Basilica si spalancheranno fin dalle 4 del mattino.

Anche il 24 e il 31 dicembre, sempre in piazza del Ferrarese, tra le ore 11.30 e le 16.30 sono in programma degli spettacoli presumibilmente aperti al pubblico. Quindi torneranno gli assembramenti? Il sindaco Antonio Decaro ne parla con cautela: “Stiamo facendo una riorganizzazione complessiva del Natale, ovviamente stando attenti ai numeri dei contagi anche di questi giorni. Stiamo tenendo sotto controllo i dati. Torniamo in presenza, torniamo a goderci le nostre tradizioni a cominciare dalla festa di San Nicola,  ma con attenzione”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui