GIOVEDì, 23 MAGGIO 2024
73,356 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
73,356 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Bari, dalla magia del centro al degrado della periferia: “Città meravigliosa, ma non sempre”

Pubblicato da: Francesca Emilio | Sab, 1 Gennaio 2022 - 10:00
- PUBBLICITÀ LEGALE -
bari.aci.it"

“Bari è migliorata tanto nelle zone centrali, ma nella periferia resta sporca e spesso in stato di abbandono”. E’ quanto raccontato a Borderline24 da un ragazzo barese, in particolare del V Municipio, emigrato all’estero, secondo il quale il capoluogo è cambiato molto nel corso degli anni, ma in alcuni casi resta ancorato al passato.

Dal centro adornato a festa per il Natale alle strade periferiche impregnate di urina e feci di colombi, ma non solo. Secondo il ragazzo, che ogni anno torna in città per passare le festività con i propri familiari, la città, che nel tempo ha imparato a mostrare i lati positivi, con la nuova amministrazione “nasconde meglio quello che non va”. “Bari è meravigliosa – ha raccontato – ma non sempre. In questi anni ho anche pensato che oggi, rispetto a quando me ne sono andato, forse sarebbe bello tornare a viverci, ma se al centro mostra il suo lato migliore, in periferia c’è sempre lo stesso stato di abbandono. E’ cambiato poco” – ha sottolineato.

Il ragazzo che ormai (ha confidato) si sente più un turista che un cittadino, è rimasto sorpreso dal modo in cui la città sia stata curata nel tempo e nello specifico per le festività. “Con la pandemia mancavo dal centro da praticamente due anni, forse anche da prima – ha specificato – è stato molto bello vedere la ruota panoramica, il villaggio di Babbo Natale e tutte queste cose che rendono la città più bella esteticamente. Un po’ meno bello è stato vedere i bidoni pieni di immondizia, alcune delle strade piene di buche e poi, i quartieri come Palese o Catino e San Pio, quasi abbandonati a sé stessi. Mi ha fatto tristezza. Però apprezzo molto le persone, qui a Bari sono sempre accoglienti, quest’anno lo sono state ancora di più”.

Ma non è l’unico ad aver da ridire sulla sporcizia e in particolare sulla condizione dei bidoni. Secondo alcuni cittadini, soprattutto nel centro cittadino “sono troppo pochi”. E’ quanto emerso in uno scambio di commenti relativi ad un post pubblicato da un cittadino ligure sul gruppo “Viaggiare in solitaria, all’interno del quale i cittadini si scambiano consigli sulle proprie mete. “Ho trovato gente simpatica lungo il viaggio, se posso permettermi un consiglio, un po’ di civiltà in più su alcune cose” ha scritto il turista ligure, riferendosi nello specifico ai cestini stracolmi di immondizia (foto in basso).

Un commento che ha scatenato subito l’ira di moltissimi cittadini che hanno subito difeso il capoluogo pugliese specificando che si trattava di giornate particolari. Il post infatti risale al giorno della vigilia, giornata in cui, per tradizione, in molti si riversano per le vie della movida tra aperitivi e festeggiamenti. “Il 24 a Bari è come se fosse festa patronale – ha scritto una ragazza – la città si riempie di gente per fare gli ultimi regali, le persone che vivono fuori sede, come la sottoscritta, rientrano in patria e si incontrano in centro con amici che non vedono da mesi, ma ti assicuro che il sindaco è il migliore che la città potesse avere” – ha specificato.

“Sicuramente non immagini cosa accade in quei giorni – ha scritto un altro – diamo il tempo agli operatori ecologici di ripulire tutto”. A questi commenti però fanno da contraltare quelli di altri che mostrano un’altra fotografia della città. “Prendo le difese del ragazzo ligure, pur essendo barese – ha sottolineato un ragazzo – lui viene da una città ligure a dir poco pulita e ordinata quale Alassio, quindi capisco il suo stupore. Purtroppo la colpa non è solo dei baresi, ma dell’amministrazione. Ci sono pochi cestini e pochi cassonetti e il più delle volte non ritirano l’immondizia. Tempo fa c’era un progetto per il potenziamento dei cestini e la rimozione dei cassonetti normali per far posto a quelli a scomparsa molto frequenti ad Alassio, ma ovviamente non è mai stato fatto” – ha concluso.

Non ti si può dare torto, ma ci sono anche tanti altri bellissimi scorci da fotografare” – ha detto infine un’altra augurando al turista una buona permanenza. “La prossima volta che torno spero di vedere Bari ancora più bella, non solo al centro e non solo esteticamente, ma anche in periferia, magari con strade più pulite e funzionali e chissà, anche più autobus, magari nuovi che possano collegare meglio i quartieri alla città” – ha concluso.

Foto Facebook

Foto Facebook

Foto Facebook

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Bari, operaio precipita in scavo per...

È rimasto ferito gravemente l'operaio che questa mattina è caduto in...
- 23 Maggio 2024

Angelina Mango e Petit a Molfetta:...

Il Gran Shopping Molfetta si prepara ad accogliere due cantanti talentuosi,...
- 23 Maggio 2024

Investe 14enne in bici e fugge,...

Un uomo di 63 anni di Andria è stato denunciato dagli...
- 23 Maggio 2024

Bancarotta fraudolenta, condannati due imprenditori foggiani

 Il Tribunale di Foggia ha condannato a due anni e sei...
- 23 Maggio 2024