aqp.it
lapugliativaccina.regione.puglia.it

Un potale online per mettere in rete 29 biblioteche comunali di 26 città del territorio metropolitano di Bari con l’obiettivo di consentire la fruizione gratuita di più riviste e quotidiani italiani e stranieri, come e-book, film, musica, banche dati, contenuti per e-learning. E’ quanto previsto dal nuovo progetto MLOL (Medialibrary online).

Si tratta, in particolare, di un servizio gratuito di acceso alla cultura, finanziato con 405 mila euro di fondi del Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana di Bari, nell’ambito del progetto “Terra di Bari Guest Card – Polo SBN Terra di Bari – Risorse Digitali in Rete”. Il programma degli interventi, presentati in mattinata, ha previsto anche l’acquisizione e la messa a disposizione del complesso delle dotazioni informatiche (pc multimediale, tablet, e-reader) e strumentali (wi-fi) utili a garantire una postazione di consultazione della piattaforma per ciascuna biblioteca aderente al progetto, sebbene il servizio sia accessibile via internet da qualunque postazione/device: a scuola, a casa, in mobilità, tramite smartphone, tablet, pc.

“Dopo due anni durissimi, in cui la pandemia ha rischiato di travolgere la quotidianità di ciascuno di noi – ha commentato il sindaco di Bari, Antonio Decaro – scegliere di investire sulle biblioteche come luoghi di formazione e di crescita, oltre che di studio e socializzazione, è una scelta forte e qualificante, della cui attuazione ringrazio il personale della Biblioteca De Gemmis e la consigliera Pietroforte.” – ha sottolineato.

Di fatto, il progetto prevede di potenziare il patrimonio di 29 biblioteche pubbliche distribuite in 26 Comuni della terra di Bari attraverso l’accesso gratuito a una serie potenzialmente illimitata di risorse conoscitive. Queste spaziano dagli abbonamenti a riviste generalistiche e specializzate agli audiolibri, e-book, file musicali, film e ogni altra risorsa digitale esistente, commerciale e non, significa mettere a disposizione di tutti i cittadini, italiani e stranieri, strumenti avanzati di ricerca e conoscenza inimmaginabili solo 20 anni fa. Ma non solo, attraverso la piattaforma MLOL sarà possibile consultare una serie di risorse digitali commerciali quali: l’Edicola PressReader che include più di 7000 riviste e quotidiani italiani e stranieri, l’archivio del Corriere della Sera dal 1876 ad oggi, audiolibri in streaming del catalogo de Il Narratore, audio musicali presenti nella Naxos Music Library, film della CG Entertainment. Ciascuna biblioteca partecipante ha un credito pari a 1.000 euro nel proprio portafoglio virtuale per l’acquisto di ulteriori risorse digitali.

“Questo – ha proseguito Decaro –  è per noi il senso di una politica culturale accessibile e democratica. Penso a come una circostanza del genere possa, letteralmente, cambiare la vita e l’approccio allo studio e all’approfondimento per tanti. Penso a chi non ha i mezzi per accedere a determinati contenitori virtuali ma penso anche ad una nuova generazione che può scoprire nelle biblioteche luoghi moderni dove imparare ma anche stare insieme, coltivare le proprie passioni o semplicemente trascorrere qualche ora libera leggendo. Le biblioteche sono sempre state per noi dei luoghi di comunità che dobbiamo valorizzare e rendere luoghi moderni, accessibili, al passo con i nuovi consumi e le nuove modalità di fruizione della cultura e del patrimonio pubblico” – ha concluso.

Alle sue parole fanno eco quelle della consigliera Francesca Pietroforte. “E’ un progetto partito da un’analisi sullo stato delle biblioteche del territorio metropolitano, molte delle quali non erano dotate di attrezzature informatiche né di collegamento wi-fi aperto agli utenti. Con questo finanziamento abbiamo reso le biblioteche comunali al passo con i tempi e in grado di offrire agli utenti servizi più innovativi e tecnologici, oltre che gratuiti”- ha concluso.

Le biblioteche partecipanti al progetto condividono tutte le risorse digitali e, grazie al servizio di prestito digitale interbibliotecario (pid), l’utente può prendere in prestito un e-book acquistato da una qualsiasi delle 5500 biblioteche italiane presenti nel circuito Mlol.  Alle risorse digitali commerciali si aggiungono tantissime risorse del Catalogo OPEN liberamente fruibili sul web gratuitamente, ma riunite in un catalogo ad hoc e suddivise per tipologie (banche dati, e-learning, spartiti musicali, video, manoscritti, mappe, immagini, videogiochi ecc.)  Nel portale MLOL, attivo dal 25 ottobre 2021, sono ad oggi iscritti 2350 lettori. Tutti gli utenti, residenti o domiciliati nel territorio metropolitano, possono iscriversi attraverso la propria Biblioteca, preferibilmente del proprio Comune al fine di far crescere la fruizione di tutti gli attrattori culturali coinvolti. Per informazioni basterà collegarsi al sito:  https://terradibariguestcard.medialibrary.it

Nel corso dell’incontro il sindaco Decaro e la consigliera Pietroforte hanno effettuato anche un sopralluogo all’interno del nuovo spazio dedicato a bambini e ragazzi realizzato all’interno della Biblioteca “De Gemmis” che presto che sarà aperto al pubblico.  Il progetto, che rientra nell’ambito dell’iniziativa Smart in Puglia Community Library, finanziata con 640.783,31 dalla Regione Puglia, ha consentito di creare una sala dedicata ai bambini, un’area con libri prescolari per fascia da 0 a 5 anni e spazio lettura con spazio morbido e sala video; una sala libri e una spazio lettura per la fascia da 6 a 14 anni con sezioni e scaffali tematici e nuovi arredi a misura dei bambini e ragazzi oltre che implementare il patrimonio librario e documentario di vario genere e tipologie (acquisto di libri per ragazzi, testi ad alta leggibilità e audiolibri, testi per famiglie ed educatori, libri con sintesi vocale, libri braille, libri tattili, ecc.).

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui