LUNEDì, 22 APRILE 2024
72,668 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
72,668 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Bari, sparatoria al San Paolo: in manette il presunto responsabile. E’ il cugino della vittima

Pubblicato da: redazione | Sab, 2 Aprile 2022 - 11:30

La squadra mobile della Questura di Bari ha arrestato un 28enne con precedenti penali e di polizia per reati contro la persona e contro il patrimonio, con l’accusa di tentato omicidio, porto e detenzione di arma da guerra e ricettazione della stessa (misura precautelare eseguita nella fase delle indagini preliminari che necessita della successiva verifica processuale nel contraddittorio con la difesa).

I fatti risalgono al primo pomeriggio di venerdì 1° aprile, quando la polizia è intervenuta per le strade del quartiere San Paolo, dove era stata segnalata una sparatoria e veniva soccorsa una persona riversa al suolo, in una pozza di sangue, attinta alla gamba sinistra da diversi colpi d’arma da fuoco.

I primi accertamenti hanno consentito di appurare che l’uomo ferito ha precedenti di polizia e giudiziari, per reati contro la persona, tra cui maltrattamenti in famiglia, e appena sottoposto, poche ore prima, alla misura di prevenzione della sorveglianza di pubblica sicurezza.

Immediatamente, gli investigatori della Squadra Mobile ricostruivano la giornata della vittima, che sin dalle prime ore del mattino, aveva avuto un serie di diverbi con i suoi familiari a causa, probabilmente, dell’assunzione di sostanze stupefacenti. Si accertava che le discussioni si erano inasprite fino a che, il soggetto poi arrestato, cugino della vittima, si è armato, esplodendo al suo indirizzo numerosi colpi d’arma da fuoco.

Un video acquisito dalle telecamere di videosorveglianza presenti in zona hanno ripreso la scena del crimine: il presunto responsabile, infatti, giunto sul posto, dopo un’accesa discussione con la persona offesa, ha estratto un’ arma da guerra (risultata in precedenza rubata in un Comune della provincia di Taranto, a seguito di un furto in abitazione), mirando l’avversario che, di converso, si è fatto scudo con il corpo della moglie dell’aggressore, anch’ella sua parente, intervenuta sul posto per sedare la lite tra i due. La donna, bloccata e cinta al collo dalla vittima, è riuscita, dopo qualche secondo, a divincolarsi e a scappare e, solo allora, il soggetto armato di pistola ha sparato.

Sulla base degli elementi raccolti, il presunto aggressore, individuato e raggiunto nei pressi del luogo in cui si era consumata la sparatoria, è stato arrestato in flagranza di reato, con ancora addosso l’arma del delitto, una pistola Beretta FS, cal.9×19, di quelle in uso alle Forze di Polizia, e posto a diposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Rimpasto Giunta Regione Puglia, è fumata...

Decisione rinviata sul rimpasto della giunta Emiliano. La riunione tra il...
- 22 Aprile 2024

Trapianti di polmone e pancreas nel...

L'attività trapiantologica nella Regione Puglia ha fatto segnare negli ultimi tre...
- 22 Aprile 2024

Il Bari 2023/24: una squadra “forte”...

La gara contro il Pisa, avrebbe dovuto rappresentare la partita della...
- 22 Aprile 2024

Bari, addio al proprietario del ristorante...

Giornata di lutto nel mondo della ristorazione barese per la morte...
- 22 Aprile 2024