SABATO, 18 MAGGIO 2024
73,245 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
73,245 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Bari, restauro della cisterna di Bona Sforza: al via i lavori

La cisterna rappresenta, infatti, l’unico esemplare ancora esistente fra quelli realizzati all’epoca

Pubblicato da: redazione | Mer, 19 Aprile 2023 - 12:58

È stato firmato questa mattina il verbale di consegna dei lavori per l’intervento di restauro e messa in sicurezza della cisterna di Bona Sforza, in strada Palazzo Arcivescovile, alle spalle della cattedrale di San Sabino, che sarà eseguito grazie alla sponsorizzazione di Soroptimist International d’Italia – Club di Bari, che intende restituire l’originaria bellezza al manufatto di proprietà comunale costruito nel XVI secolo per volontà dell’allora duchessa di Bari Bona Sforza (1524 – 1557). A rappresentare il club barese del Soroptimist International d’Italia, questa mattina alla consegna dei lavori, la past president Daniela de Bellis e Micaela Paparella, nuova presidente, che ha commentato: “Si tratta di un progetto importante che ha l’intento di restituire alla città l’ultimo esemplare esistente delle 12 cisterne cinquecentesche realizzate per fare fronte alla drammatica carenza di acqua che all’epoca segnava la quotidianità dei cittadini. Un bene di grande interesse storico e artistico pesantemente danneggiato dal tempo, dall’incuria e dagli atti vandalici. Al termine dei lavori di restauro, una volta indicata con una targa bilingue (italiano e inglese), la cisterna costituirà un ulteriore tassello di bellezza da aggiungere ai percorsi delle visite storiche e turistiche all’interno di Bari vecchia, testimonianza della dimensione dell’impegno di una donna straordinaria, Bona Sforza, regina di Polonia e duchessa di Bari”.

Per il Comune di Bari restaurare un bene di interesse storico – artistico sottoposto ai vincoli e alle tutele previste dalla legge significa perseguire concretamente l’interesse pubblico alla conservazione di un manufatto di pregio del patrimonio civico. La cisterna rappresenta, infatti, l’unico esemplare ancora esistente fra quelli realizzati all’epoca per far fronte alla cronica carenza d’acqua che affliggeva la popolazione. Pertanto, costituendo una testimonianza legata alla storia di Bari e alla vita dei suoi abitanti nel ‘500, essa è inclusa negli elenchi descrittivi dei beni di interesse storico-artistico del Comune di Bari. L’intervento, che ha ricevuto l’autorizzazione della Soprintendenza Archeologica, Belle arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Bari, prevede tre fasi operative volte a ripulire il bene da detriti e materiale accumulato negli anni, a restaurarlo secondo le prescrizioni e la dimensione storica del bene e a consentirne la valorizzazione e la fruizione da parte della collettività. Gli elementi che compongono l’opera sono costituiti da materiale lapideo di natura calcarea e forma regolare, con facce in vista più o meno piane, di tipo naturale e artificiale (pietra e cemento posti in opera con una malta generica costituita da sabbia di fiume e calce spenta); inoltre vi è una lastra di ferro a copertura della cisterna che ha provocato l’inevitabile formazione di ruggine. Le operazioni di restauro consisteranno in attività di pulitura e rimozione del cemento, trattamento biocida, stuccature e microstuccature, infiltrazioni di malta in profondità per facilitare il consolidamento, stuccature di sostegno ed eventuali consolidamenti di tipo chimico localizzati. L’ammontare complessivo degli interventi è pari a 7mila euro. Come previsto dal Regolamento comunale per la Pubblicità, al termine dei lavori, che dureranno 60 giorni, sarà esposta una targa con l’indicazione della sponsorizzazione e il relativo logo del club Soroptimist International d’Italia.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Caccia alla casa a Bari, quasi...

La domanda nelle grandi città a gennaio 2024 appare oggi concentrata...
- 18 Maggio 2024

Italia terza al mondo per vittime...

Con il 68% delle aziende vittime di ransomware, l'Italia è il...
- 18 Maggio 2024

Spettacoli circensi a Bari, Molfetta e...

Due nuovi debutti nazionali di produzioni di teatro ragazzi si accompagnano...
- 17 Maggio 2024

Pitbull azzanna 15enne e bimba di...

Un pitbull ha azzannato una ragazza di 15 anni prima e...
- 17 Maggio 2024