DOMENICA, 25 FEBBRAIO 2024
71,239 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
71,239 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Denunce infondate contro i medici, scatta l’ipotesi sanzione

L'obiettivo è arginare la medicina difensiva

Pubblicato da: redazione | Gio, 4 Maggio 2023 - 16:32

Per scoraggiare il fenomeno della Medicina difensiva, la strada è quella di “rendere difficili le denunce a carico dei medici, quando si tratti di denunce ovviamente clamorosamente infondate e strumentali, prevedendo delle sanzioni per chi le presenta”. E’ questo l’obiettivo al quale sta lavorando la commissione ministeriale per lo studio e l’approfondimento delle problematiche relative alla colpa professionale medica, come spiega all’ANSA il presidente Adelchi d’Ippolito. L’orientamento, chiarisce, “è cioè fare in modo di scoraggiare le cosiddette denunce temerarie, ovvero infondate, prevedendo che chi presenta una denuncia del genere debba poi risponderne. Tra le ipotesi c’è quella di prevedere ad esempio delle sanzioni pecuniarie. L’obiettivo, dunque, è mettere al riparo i medici da denunce infondate, per timore delle quali sono spinti alla medicina difensiva con un eccesso di prescrizioni di esami, e al contempo tutelare i pazienti”.  Sarebbe quindi questa la direzione nella quale la commissione procederà, mentre verrebbe accantonata l’ipotesi di una depenalizzazione tout court degli errori medici, che “potrebbe presentare dei profili di incostituzionalità”, rileva il magistrato.

Il punto, aggiunge, è che “bisogna evitare le aggressioni giudiziarie ai medici adottando un approccio equilibrato, che contempli le esigenze di sanitari e pazienti”. D’altronde, ricorda, “attualmente, su 100 denunce che vengono presentate, solo 2 arrivano a condanna. Questo significa che ben 98 sono pertanto infondate”. La commissione avrà un anno di tempo per completare i lavori. Nei prossimi incontri, conclude d’Ippolito, “avvieremo le audizioni delle categorie interessate, ovvero le associazioni dei medici e quelle dei pazienti”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Allerta gialla in Puglia per mareggiate...

Nuova allerta meteo in Puglia. A diramare l'allerta gialla la Protezione...
- 24 Febbraio 2024

Artico sempre più caldo e gli...

Gli orsi polari non riescono a adattarsi al clima più caldo...
- 24 Febbraio 2024

Recensioni false, il dramma del business...

Secondo il report The State of Fake Online Review redatto da...
- 24 Febbraio 2024

In Italia boom colonnine di ricarica,...

Crescita record nel 2023 per le colonnine per la ricarica di...
- 24 Febbraio 2024