LUNEDì, 22 APRILE 2024
72,666 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
72,666 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Gallipoli, ragazzo cieco discriminato in un parco: “Intollerabile”

Il ragazzo non è stato ritenuto disabile e quindi non ha potuto usufruire della tariffa gratuita

Pubblicato da: redazione | Mer, 30 Agosto 2023 - 10:56

“Non siamo mica l’Inps, suo figlio non è un disabile”. Pare che questa sia stata la risposta data dai dipendenti di un parco acquatico a Gallipoli alla madre di un ragazzo cieco di 16 anni per aver richiesto un biglietto con tariffa gratuita. Lo denuncia Chiara Gemma, europarlamentare pugliese di Ecr-Fdi, da sempre in prima linea per i diritti delle persone con disabilità.

“A quanto apprendo il ragazzo non è stato ritenuto una persona disabile, nonostante sia totalmente cieco e prenda un’invalidità di accompagnamento – sottolinea Gemma – quando la madre ha contattato il parco per informazioni su tariffe e costi, si è sentita dire che secondo il regolamento del parco questa possibilità era riservata solo alle persone con disabilità motoria. Fare differenze riguardo le disabilità è intollerabile, oltre che a creare ingiustizie e ineguaglianze. La disabilità ha sempre ed ovunque la stessa importanza e deve avere lo stesso grado di tutela e diritti”.

Questa denuncia arriva a pochi giorni da quella fatta da Anita Pallara, 34enne barese affetta da atrofia muscolare spinale e presidente dell’associazione “Famiglie Sma”, che si è vista negare l’accesso a un’escursione in barca a Santa Maria di Leuca, in Puglia. Il capitano dell’imbarcazione le avrebbe detto: “Noi i disabili li carichiamo, ma non quelli così”, rivolgendosi alla necessità della donna di spostarsi con l’aiuto di una carrozzina elettrica.

“Chi mi conosce e segue la mia attività è consapevole del mio impegno a tutela e difesa della disabilità e le battaglie che porto avanti per l’accessibilità nelle aree turistiche e balneari – conclude l’europarlamentare – questi episodi ci fanno comprendere che il lavoro da fare, culturale e sociale, è ancora lungo e spesso difficile, ma noi continueremo ogni giorno a lavorare per costruire tutto insieme un mondo migliore”. (foto repertorio)

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Il Bari 2023/24: una squadra “forte”...

La gara contro il Pisa, avrebbe dovuto rappresentare la partita della...
- 22 Aprile 2024

Bari, addio al proprietario del ristorante...

Giornata di lutto nel mondo della ristorazione barese per la morte...
- 22 Aprile 2024

Disabilità: l’importanza dei montascale per garantire...

Nell'affrontare la vita quotidiana, le persone con disabilità si trovano spesso...
- 22 Aprile 2024

Il Festival della Valle d’Itria festeggia...

Si aprirà con la 'Norma' di Vincenzo Bellini, che nel 1977...
- 22 Aprile 2024