GIOVEDì, 25 APRILE 2024
72,720 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
72,720 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Elezioni a Bari, attriti nel Pd: “Basta con toni da conflitto”

La presidente del Pd Titti De Simone: ""Mi chiedo se ci sia una reale volontà di arrivare ad un accordo"

Pubblicato da: redazione | Gio, 22 Febbraio 2024 - 17:20

Nel Pd pugliese è ancora scontro sulle elezioni comunali di Bari e la scelta del candidato sindaco tra Michele Laforgia e Vito Leccese. A criticare i vertici del partito pugliese è la presidente del Pd Bari, Titti De Simone: “Mi chiedo – dichiara in una nota – se ci sia una reale volontà di arrivare ad un accordo, visto che prevalgono toni e prove muscolari che non sono di chi cerca un confronto ed un punto di sintesi. Cosa che dentro al Pd un gruppo di dirigenti ha provato a portare avanti per mesi”. Secondo la presidente Dem “non si può banalizzare e mortificare ogni giorno la posizione di un pezzo del gruppo dirigente, peraltro come si sa quello che più si è speso per la vittoria della Schlein al congresso, questo non è accettabile. Ci vuole rispetto per quanti anche dentro al Pd hanno espresso sempre in modo corretto e leale posizioni che non ci vedono allineati alle scelte maggioritarie, per metodo e merito”. De Simone si rivolge “in primis al segretario regionale De Santis e a quello cittadino Todaro, che dovrebbero essere unitari su mandato del congresso: il voto in assemblea non è stato espresso all’unanimità, ci sono stati 5 voti di astensione, di figure autorevoli del partito, in un organismo assai limitato di per sé numericamente, ma queste astensioni non hanno a che fare con egoismi e personalismi, esprimono idee e opinioni di tanti dentro e fuori il Pd. Soprattutto di chi – insiste – è tornato in questo partito in nome di un rinnovamento. Essere dipinti come ultimi arrivati, indesiderati, e ridicolizzati ogni giorno, non è più accettabile. Toni da conflitto permanente”. De Simone accusa: “Ora si tira dritto senza confronto fra i due candidati e si blocca il tavolo della coalizione. Se consultazione popolare deve essere mi sembra normale anche discutere delle regole, perché non sarebbero primarie solo del Pd ma di coalizione”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Bari, l’ultimo discorso di Decaro in...

"Ieri ho fatto il mio ultimo discorso da sindaco in consiglio...
- 24 Aprile 2024

Asl Bat, al via progetto pilota...

Sarà avviata a maggio negli ospedali Bonomo di Andria e Dimiccoli...
- 24 Aprile 2024

Per i ponti 16 milioni di...

Quasi 16 milioni di partenze e una complessivamente circa 5,5 miliardi...
- 24 Aprile 2024

Bari, al Demodè Club arriva il...

Venerdì 26 aprile al Demodè Club di Modugno (Ba) diretto da...
- 24 Aprile 2024