Groundground, il brand con i piedi per terra

“Back to the Earth with a Bump”, “Dirt is the New Black”, “Put your Hands in the Earth” così esordisce prorompente la collezione della giovane salentina Silvia Dongiovanni.

\r\n

Ho avuto il piacere di conoscere Silvia in occasione del White di Milano, anche lei ospite della sezione dedicata ai nuovi brand emergenti It’s Time to South, e mi ha subito colpito per la sua lunga chioma selvaggia e i suoi grandi occhi; grandi come la sua voglia di rivalsa e speranza per la sua terra.

\r\n

Silvia mi racconta che questo progetto nasce dal voler dimostrare che i risultati si ottengono solo con il duro lavoro e non piangendosi addosso con la speranza che qualcosa ci piova dal cielo, le opportunità dobbiamo anche saperle creare!

\r\n

È da questa voglia di riscatto e nuova visione del lavoro, del ritorno alla terra e del mondo in cui viviamo che prendono forma su felpe e t-shirt attrezzi agricoli come ironica e creativa metafora di un ritorno alla semplicità delle origini.

\r\n

\r\n

Lo stile urbano e gipsy si fondono in forme morbide e minimal così come i tratti grafici dei pattern realizzati da Antonio Cavallo, decisi ed essenziali proprio a voler disegnare la concretezza e la semplicità del brand.

\r\n

Mi viene in mente una canzone degli U2 che dice: “scream without raising your voice”, ovvero, “urlare senza alzare la voce”, questo è il messaggio che Groundground vuole lanciare con la forza delle parole di slogan ironici e arrabbiati, sinceri e provocatori e con i suoi capi manifesto.

\r\n

“Lavorare. Lavorare la terra, la tastiera di un pc, il foglio di un quaderno, la musica che abbiamo in testa” – Silvia Dongiovanni.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here