BARI – Una nuova inchiesta penale è stata avviata dalla Procura di Bari sulla gestione delle Ferrovie Sud Est. Stamattina il sub commissario della società di trasporto, Domenico Mariani, ha consegnato al procuratore di Bari, Giuseppe Volpe, la relazione sulle presunte consulenze d’oro e sprechi nella gestione dell’azienda di trasporto pugliese. Accompagnato dall’avvocato Michele Laforgia, Mariani ha incontrato il procuratore Volpe e l’aggiunto Lino Giorgio Bruno, coordinatore del pool pubblica amministrazione degli uffici inquirenti baresi. “Il procuratore ha assicurato che darà corso alle indicazioni individuate nella relazione”, ha detto Mariani.\r\nIl sub-commissario ha poi annunciato che sono in corso “approfondimenti sugli investimenti e seguirà una relazione aggiuntiva”, spiegando che dalle loro verifiche è emerso “un sistema che partiva a raggiera e confluiva sull’amministratore unico, quindi era lui che si interfacciava con le singole aree e i singoli uffici”. L’inchiesta è stata affidata al procuratore aggiunto Giorgio Lino Bruno, coordinatore del pool pubblica amministrazione.\r\nLa relazione, che individua numerose irregolarità nella gestione del denaro pubblico, costituisce per la magistratura barese un punto di partenza su cui costruire l’indagine penale. Tra i reati che potrebbero essere individuati l’indebita appropriazione, abuso di ufficio, frode. La guardia di finanza è già stata delegata a svolgere gli accertamenti su delega della magistratura contabile”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
fieradellevante.it
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here