Davanti a migliaia di tifosi biancorossi sugli spalti dell’Arechi contro la Salernitana, il Bari non potrà scendere in campo con le gambe molli come a Novara. Il tecnico Andrea Camplone è consapevole della posta in palio. E per questo rilancia la sfida ai suoi giocatori: “Avremo la possibilità di sapere cosa hanno fatto le nostre dirette concorrenti, giocando in serata, ma un punto ci servirà poco. Dobbiamo vincere”.

\r\n

Addio Bari psicopatico?

\r\n

Camplone è convinto che gli sbalzi di tensione della squadra siano superati: “La squadra si è liberata delle paure che aveva – aggiunge – sta bene fisicamente. Ci giochiamo una fetta importante di chance per il piazzamento play off nelle prossime due partite a Salerno e con il Cersena. Sono gare fondamentali”.

\r\n

Difesa più solida senza Donkor

\r\n

Ecco le novità: “Ci saranno cambiamenti in difesa. Donkor è squalificato, abbiamo provato sia Defendi che Cissokho in quel ruolo. Potrei concedere un turno di riposo a uno dei due centrali. Ho la fortuna di averne quattro a disposizione. Ho ancora un giorno di tempo per decidere”. Tra i convocati ci sarà anche il giovane puntero scuola Napoli Tutino.

\r\n

Il caso De Luca

\r\n

Intanto l’allenatore cerca di tenere sulla corda De Luca: “È  convocato come Tutino: abbiamo bisogno di tutti. Sansone è in diffida. Poi sta a lui farsi trovare pronto, con Boateng e Puscas in nazionale”.

\r\n

La probabile formazione

\r\n

In porta ci sarà Micai, terzini Cissokho e Gemiti, centrali Di Cesare e Tonucci; a centrocampo Romizi, Defendi (Valiani) e Dezi, in avanti il tridente Sansone-Rosina-Maniero.

\r\n

@waldganger2000

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here