Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Un pari che vale come una vittoria. Il Bari visto in campo a Brescia conferma la volontà del gruppo di seguire il credo di Stellone, con un approccio alla gara convincente e una interpretazione della gara offensiva e intensa. Il primo tempo ha mostrato le potenzialità di un 4-4-2 con esterni volitivi e determinati, mentre nella ripresa solo una papera di Ichazo ha reso in salito una sfida che i pugliesi potevano dominare.\r\n\r\nDalla Lombardia torna in Puglia un Bari con maggiore autostima e la consapevolezza che in serie B conta la rabbia agonistica e la fame, qualità finora latitanti nella squadra a corrente alternata di questo avvio di stagione. Stellone, sotto accusa per la debacle di Benevento, può ritrovare un po’ di serenità, evitando magari inutile polemiche con i media.\r\n\r\nLa chiave tattica: difesa compatta ed esterni pungenti\r\n\r\nPur con tante pesanti assenze, il Bari ha mostrato personalità e carattere. Ha convinto soprattutto la difesa (punita su una uscita-gaffe di ichazo) e il centrocampo, compatto e con esterni in grado di rendere la manovra imprevedibile. Cresce Capradossi:  ha qualità per affermarsi come uno dei giovani talenti del calcio italiano.\r\n\r\nPunto di forza: orgoglio del gruppo e la classe di Brienza\r\n\r\nLa magia di Brienza ha evitato una sconfitta beffarda per Valiani e compagni. La classe, in B, fa la differenza. L’ex Bologna, pur non essendo un fulmine di guerra, ha doti balistiche e dribbling per dare una marcia in più all’attacco. Sta a Stellone utilizzarne la fantasia nei momenti giusti. La squadra è apparsa motivata e grintosa: la mozione dell’orgoglio, lanciata da Sogliano e fatta propria dal tecnico, è stata ben assimilata dai giocatori in campo.\r\n\r\nPunto debole: Ichazo nel pallone e troppo leziosità in avanti\r\n\r\nNel primo tempo il Bari ha avuto una decina di occasioni da gol. Tutte non concretizzate. Va bene la sfortuna, ma i giocatori pugliesi devono calciare con maggiore precisione e cinismo.\r\n\r\nIl caso Ichazo: il sudamericano vive male la competizione con Micai. E quest’ultimo pure. Gli errori tra i pali, quando sono così clamorosi, trasmettono incertezza all’intero reparto. Il dottor Stellone deve al più presto trovare un farmaco per questa malattia che potrebbe pregiudicare il buon avvio stagionale della squadra.\r\n\r\nLa curiosità: Giancaspro incoraggia tutti ma si dispera per i due punti persi \r\n\r\nIl presidente Cosmo Giancaspro ha incoraggiato la squadra dopo la buona prova ma ha dovuto palesare l’amarezza per una vittoria mancata. “Ora ci rifaremo con l’Entella”, ha rilanciato. Con il rientro di Maniero e Di Cesare, Stellone avrà qualche freccia in più per tornare a inseguire i tre punti.\r\n\r\n@waldganger2000


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui