Cabtutela.it
acipocket.it

Il sindaco Antonio Decaro investe sulla proposta lanciata dal regista barese Gennaro Nunziante per l’adozione di una tessera della cultura rivolta ai giovani meno abbienti. Il tema era emerso in un dibattito su cultura e identità a Bari, promosso dall’associazione “Il confronto” e moderato da Borderline24, a dicembre all’università, con l’artista e il deputato Antonio Distaso. Nunziante aveva denunciato come fossero delle reali discriminazioni basate sul censo le difficoltà riscontrate dalle famiglie nel far partecipare i propri figli a manifestazioni (anche scolastiche) al teatro Petruzzelli, “politeama finanziato con le risorse di tutti i cittadini”.\r\n\r\nIl piano del Comune ha previsto, sulla falsariga dell'”Art bonus” varato dal governo Renzi, uno stanziamento di 150mila euro al fine di garantire l’accesso ai teatri per i ragazzi fino a 18 anni di famiglie meno abbienti. Il provvedimento è stato approvato lo scorso 30 dicembre dalla giunta comunale e permetterà di utilizzare dei fondi che in caso contrario sarebbero stati persi.\r\n\r\nPer ora solo bonus teatri\r\n\r\nIn questa prima fase il “bonus cultura” riguarderà solo i teatri e permetterà l’accesso alla platea e al palco in maniera gratuita. per usufruire della provvidenza sarà rilasciata una tessera nominale, presto distribuita alle famiglie con figli neodiciottenni e in difficoltà economiche. I ragazzi potranno accedere a tre teatri: il Team, il Duse e il Petruzzelli. La giunta Decaro sta studiando le modalità per estendere in futuro anche a cinema, mostre e concerti il progetto di gratuità, praticando così una politica inclusiva e solidale nel settore culturale.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui