Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Come annunciato dalla Protezione civile, la prima neve ha imbiancato anche la provincia di Bari. I fiocchi sono caduti sulla Murgia, tra Altamura e Gravina, ma le condizioni dovrebbero peggiorare nel corso della notte e la neve dovrebbe raggiungere anche i Comuni che si trovano a quote più basse. Il freddo potrebbe essere la causa del decesso di una donna di 49 anni ad Altamura: il suo cadavere è stato trovato riverso a terra da un passante in via Bisanzio. La donna è stata colta da un malore, i medici non escludono l’ipotesi che a peggiorare le sue condizioni possano essere state proprio le temperature rigide.\r\n\r\nSpargisale in azione sulle strade\r\n\r\nNon sono mancati i disagi anche per viaggiatori e pendolari. La circolazione ferroviaria di Trenitalia sulla linea Barletta-Spinazzola è stata sospesa per qualche ora. Sulle strade provinciali baresi, da questo pomeriggio, sono entrati in azione i mezzi spargisale e spazzaneve: “Abbiamo firmato l’ordinanza di portare catene a bordo se si viaggia sulle ex statali – spiega Michelangelo Cavone, consigliere delegato alla viabilità per la Città metropolitana – e sei ditte sono operative per la salatura delle strade”. I lavori interessano la zona dell’ospedale Miulli ad Acquaviva e le strade di collegamento tra Cassano, Santeramo, Gioia del Colle, Altamura, Terlizzi, Corato e Ruvo.\r\n\r\nCaccia sospesa\r\n\r\nLa Regione Puglia ha deciso di sospendere l’attività venatoria dal 6 all’8 gennaio “per condizioni atmosferiche avverse”. La decisione ha fatto esultare il Wwf che chiede a tutte le Regioni di replicare l’iniziativa. “La fauna selvatica – commentano dall’associazione – già molto provata da un inverno con condizioni meteorologiche particolari, dal bracconaggio e dalla scarsità di cibo e riparo, non può riuscire a superare anche questi giorni di freddo così intenso e improvviso”.\r\n\r\nServizio ferroviario aggiuntivo\r\n\r\nA causa delle avverse condizioni meteorologiche l’azienda Fal per la giornata di domani ha predisposto un piano neve. “Per andare incontro alle necessità dei cittadini – è detto in una nota – in previsione di possibili disagi stradali dovuti a neve e ghiaccio, eccezionalmente per la giornata di domani 6 gennaio, è stato predisposto un servizio ferroviario aggiuntivo rispetto a quello automobilistico festivo già programmato sulle tratte Bari–Matera, Altamura– Gravina e Potenza Inferiore Scalo-Avigliano Città.\r\n\r\nTermosifoni accesi nelle scuole chiuse\r\n\r\nL’assessore comunale alla Pubblica istruzione, Paola Romano, ha ordinato di accendere gli impianti di riscaldamento nelle scuole già da ora in vista della ripresa delle attività a partire dal prossimo 9 gennaio. I termosifoni verranno accessi da oggi e sino a domenica mattina. Poi verranno riaccesi almeno un’ora prima dell’ingresso dei bambini a scuola. “Questa decisione è frutto delle esperienze degli anni scorsi – spiega Paola Romano – quando abbiamo capito che nei quindici giorni di chiusura delle scuole gli ambienti si raffreddavano troppo e i bambini rischiavano di trascorrere i primi giorni di scuola in aule fredde. In questo modo, inoltre, riusciamo anche a monitorare il funzionamento corretto degli impianti e intervenire in caso di guasti”.\r\n\r\nEmergenza clochard\r\n\r\nDopo  il decesso di un senzatetto nei giorni scorsi, ora si teme per altre decine di clochard che dovranno affrontare il freddo gelido nelle prossime 48 ore. Per questo, il Comune di Bari ha dato il via ad un piano  di emergenza: da questa sera e fino a domenica, il centro di accoglienza notturna “Andromeda” (in corso Alcide De Gasperi, 320/A) osserverà orari di apertura straordinari per accogliere coloro che cercano un riparo. Sarà quindi garantita un’accoglienza continua nell’arco delle 24 ore. Sarà assicurata l’apertura straordinaria anche dei centri di accoglienza della Croce Rossa italiana (in viale di Maratona) e “Don Vito Diana” (via Duca degli Abruzzi), gestito dalla Caritas Bari-Bitonto. Il piano di emergenza freddo comunale prevede anche l’allestimento di ulteriori 40 posti letto per le giornate più fredde, a fronte dei circa 300 ordinari.\r\n\r\nLa polizia municipale sta pattugliando tutte le strade di Bari per individuare altri chochard e invitarli a rifugiarsi in una di queste strutture. Per quanto riguarda le ore diurne, il centro comunale “Area 51” (in corso Italia 81-83) sarà aperto in via straordinaria a partire da venerdì e fino a domenica, dalle ore 8 alle 20.\r\n\r\nEventi annullati\r\n\r\nC’è chi ha annullato anche alcuni eventi di festeggiamento dell’Epifania. Ad esempio, a Conversano è stata annullata la manifestazione “La Befana al castello” prevista per domani venerdì 6 gennaio. “Abbiamo ritenuto opportuno – si legge sulla pagina Facebook Confcommercio Conversano – prendere in considerazione le difficili condizioni meteo che potrebbero creare disagi non solo ai nostri visitatori ma anche a tutti gli operatori”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui