Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

L’assemblea ordinaria dei soci della Bcc Bari, tenutasi sabato 27 maggio presso il padiglione della Confartigianato all’interno della Fiera del Levante, ha approvato all’unanimità il bilancio 2016 ed ha espresso parere favorevole alla partecipazione della banca al gruppo bancario cooperativo promosso da Iccrea Banca.

Il bilancio 2016, che si è chiuso con un utile netto pari ad euro 305.639 euro, ha confermato l’opera di consolidamento della posizione della banca nel territorio barese nonché il miglioramento del processo di rafforzamento patrimoniale che rende oggi la Bcc di Bari una banca sicura e affidabile.

“I nostri soci e i nostri clienti – riferisce il direttore generale Ugo Stecchi – possono confidare nella nostra solidità, con un CET1 pari al 24,09%. Prosegue lo sforzo della nostra banca di operare con l’obiettivo di preservare la solidità patrimoniale e il supporto al nostro territorio.
Gli impieghi alla clientela sono aumentati del 10% a dimostrazione del concreto e ulteriore sostegno che la banca continua a fornire al tessuto familiare e imprenditoriale locale pur in un momento congiunturale ancora non favorevole”.

“Guardiamo al futuro con la certezza di una solida base patrimoniale e la consapevolezza che le sfide all’orizzonte nel mercato bancario dovranno essere affrontate mantenendo sempre più forti le radici e i valori alla base del nostro modello di fare banca”.

L’assemblea di quest’anno ha rappresentato un momento storico per la banca essendo stata chiamata a decidere in merito all’adesione ad un gruppo bancario cooperativo così come previsto dalla recente riforma promossa dal legislatore. Particolarmente apprezzato è stato l’intervento del presidente di Federcasse e della federazione delle Bcc di Puglia e Basilicata Augusto dell’Erba, ospite dell’assise, che ha sottolineato l’importanza della funzione che le banche di piccole dimensioni hanno per lo sviluppo del territorio, ricordando che, anche alla luce dei recenti avvenimenti, banca di piccole dimensioni non vuol dire banca rischiosa. E la Bcc di Bari ne è una testimonianza.

L’assemblea della Bcc di Bari ha deliberato all’unanimità l’adesione al Gruppo bancario cooperativo promosso dalla candidata Iccrea Banca. “Con Iccrea Banca condividiamo da sempre percorsi e obiettivi – afferma il presidente della banca Giuseppe Lobuono – ne conosciamo la solidità patrimoniale ma anche la capacità nella organizzazione di servizi e di opportunità che consentono alle Bcc di operare in modo competitivo all’interno di scenari bancari nazionali e internazionali. Il gruppo bancario Iccrea è già un importante protagonista del sistema bancario italiano, dispone fin da ora di tutto i requisiti richiesti dalla normativa per le candidate capogruppo ed è già soggetto alla Vigilanza Centrale Europea dal novembre 2014”.

In particolare, con un patrimonio netto consolidato di 1,7 miliardi di euro e di un capitale libero di circa 500 milioni, Iccrea non necessita di apporti di capitale da parte delle BCC aderenti. “Per la nostra Bcc questo significa poter continuare a destinare il patrimonio a sostegno dello sviluppo locale. Siamo convinti – conclude Lobuono – che, con il gruppo bancario Iccrea, le Bcc diventeranno ancora più forti, entrando in una dimensione bancaria europea senza comunque dimenticare la loro missione principale: cooperazione, mutualità e territorialità”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui