Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Cinquantamila euro stanziati dal Comune di Pequin in Albania (con fondi europei) per finanziare trasferte di dipendenti del Comune di Bari per il progetto “Mind to the Gap” che mira ad attuare un piano integrato sulla disabilità sul territorio albanese. La delibera è stata fortemente contestata dal consigliere comunale del gruppo misto, Michele Caradonna, e dal consigliere dei Cinque Stelle, Sabino Mangano.

Caradonna oggi ha presentato una interrogazione all’assessore alle Politiche educative, Paola Romano. L’accordo stretto con Pequin (comune albanese di 7mila abitanti) prevede la trasferta di dirigenti e funzionari in Albania.

“Con piacere – commenta Caradonna –  scopro oggi che nell’ambito de Comune di Bari esistono dirigenti e funzionari con notevoli competenze tecniche nell’ambito delle problematiche di integrazione scolastica e del coinvolgimento attivo dei ragazzi disabili delle famiglie  e delle agenzie locali sui temi delle differenze e integrazione. Tali competenze verranno trasferite a operatori locali albanesi nell’ambito della realizzazione delle attività di formazione e assistenza dei dipendenti e operatori del comune di Pequin in Albania per il progetto Mind to the Gap, al quale il Comune di Bari aderisce in qualità di Partner. Purtroppo, le famiglie e i ragazzi disabili della città di Bari, vivono una quotidianità ancora molto lontana dall’obiettivo  integrazione, evidentemente non si è riusciti a trasferire, qui nel nostro territorio, queste notevoli competenze in azioni e interventi di ordine pratico”.

Caradonna ricorda i disagi che quotidianamente i disabili si trovano ad affrontare in città. A cominciare dalle barriere architettoniche.

“Non appena ho ricevuto in Commissione copia della delibera di giunta – ha aggiunto il consigliere Mangano –  pur comprendendo le nobili finalità del progetto, non nego di aver immediatamente pensato ai tanti cittadini baresi con disabilità che quotidianamente vivono con difficoltà nella città di Bari e che ad oggi non hanno notizie nè del piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche mè  di altre azioni concrete a tutela di una vera integrazione.
Abbiamo più volte sollecitato gli assessorati competenti ma ad oggi del piano non vi è traccia e stona come gli “esperti del Comune di Bari” (assessori e dirigenti) conclamate le prime 3 stagioni fallimentari (mandato politico) – concude Mangano – decidano addirittura di dare lezioni ad un Comune di 7000 abitanti, quello di Pequin in Albania  spendendo la “modica” cifra di 50mila euro”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui