Cabtutela.it
acipocket.it

Arriva la raccolta porta a porta anche a Bari. Lunedì 19 giugno si comincia da Santo Spirito, nella zona compresa tra i binari e il mare e tra via Paul Harris e via Titolo/via Capitaneo, con il coinvolgimento di più di 6mila tra utenze domestiche e non, per poi essere esteso in maniera graduale nelle altre tre sottozone.

Tutti i bidoni dei rifiuti presenti su strada saranno rimossi a partire da sabato notte ed entro domenica, esclusi quelli dedicati alla raccolta degli indumenti usati.

Le famiglie dovranno esporre i contenitori/sacchi dalle 21 alle 24 del giorno precedente a quello della raccolta, rispettando il calendario prestabilito che prevede il ritiro del materiale organico 3 volte alla settimana, del materiale secco non riciclabile e di carta e cartone 2 volte alla settimana, di plastica e metalli 1 volta alla settimana e del vetro 1 volta alla settimana. Invece, per le utenze condominiali con 9 o più nuclei familiari è previsto l’utilizzo di bidoni carrellati da tenere all’interno degli spazi condominiali ma da esporre con le stesse modalità.

Per quanto riguarda le utenze non domestiche, saranno tenute a esporre i contenitori/sacchi dalle 21 alle 3 del giorno precedente a quello della raccolta per le frazioni non riciclabili, la carta, il vetro, la plastica e i metalli. Dovranno, inoltre, esporre le attrezzature per la raccolta dell’organico e degli imballaggi di cartone dalle 13 alle 14 nel giorno di raccolta, ad eccezione delle utenze non alimentari che conferiranno la frazione organica con lo stesso calendario delle utenze domestiche.

“Terminato il periodo di informazione svolto direttamente nelle case dei cittadini e  negli esercizi commerciali dagli ecofacilitatori e di consegna delle pattumelle per la differenziazione dei rifiuti – commenta l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli – da lunedì si entra nel vivo del nuovo sistema di raccolta porta a porta. Ovviamente sarà necessaria tutta la collaborazione dei cittadini per partire con il piede giusto e rispondere al meglio a questo cambio epocale nelle abitudini dei baresi. È fisiologico che, durante i primi giorni del servizio, si possa registrare qualche errore di conferimento da parte dei cittadini e di raccolta da parte degli operatori dell’Amiu. Da subito mostreremo tolleranza zero rispetto all’abbandono incontrollato dei rifiuti nelle campagne e sul suolo pubblico”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui