Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Per i genitori ci sono ancora 15 giorni circa per mettersi in regola e vaccinare o prenotare la vaccinazioni dei propri figli. Ormai per molti è una corsa contro il tempo, tra disservizi e preoccupazioni. C’è ancora chi si oppone all’obbligo vaccinale, anche per questo domani il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano – assieme al direttore del dipartimento della Salute, Gianfranco Ruscitti – incontrerà , nella sala riunioni  al V piano della sede regionale di via Gentile, una delegazione per ciascuna provincia pugliese dei rappresentanti dei  cittadini contrari alla nuova legge nazionale. All’incontro saranno presenti anche i rappresentanti della  commissione regionale vaccini.

Una riunione chiesta più volte dalle mamme e dai papà pugliesi che si oppongono all’obbligo, richiesta esaudita da Emiliano a pochi giorni dall’inizio del nuovo anno scolastico. C’è tempo ancora sino al 10 settembre, entro quella data i genitori dovranno dimostrare di aver vaccinato o di aver prenotato la vaccinazione per il proprio figlio. Chi non lo farà non si vedrà accettata la domanda per l’iscrizione all’asilo nido, alla scuola materna e ai servizi integrativi. Sono 10 le vaccinazioni obbligatorie richieste ai bambini e ragazzi fino a 16 anni, compresi i minori stranieri non accompagnati. Le vaccinazioni sono essenziali per l’iscrizione all’asilo nido, alla scuola materna e ai servizi integrativi, compresi quelli privati. “In assenza della idonea documentazione – ha ricordato la Regione Puglia – sarà infatti impossibile iscrivere e frequentare la struttura scolastica. La data ultima per la presentazione della documentazione (asili nido, scuola materna e servizi integrativi) è il 10 settembre 2017”.

L’adempimento o meno alle vaccinazioni non preclude, invece, l’iscrizione alle scuole dell’obbligo, dalle elementari fino ai primi due anni delle scuole superiori e dei centri di formazione professionale. I ragazzi potranno frequentare l’anno scolastico, ma i genitori “inadempienti” andranno incontro ad alcune multe, da 100 a 500 euro di sanzione. La data ultima per la presentazione della documentazione per le scuole dell’obbligo è, invece, il 31 ottobre 2017.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui