Lanciato anche in Puglia il concorso di idee ‘Macroscuola’, promosso dal Gruppo Giovani di ANCE Puglia e rivolto a tutte le classi delle scuole secondarie di primo grado della regione che potranno proporre la progettazione di nuovi edifici scolastici, adeguati e rispondenti alle nuove esigenze di apprendimento. Lanciato nel 2015 da alcuni gruppi giovani ANCE del Nord Italia è stato il nuovo presidente dei Giovani imprenditori edili di ANCE Puglia, Luigi De Santis a promuovere il coinvolgimento anche della Puglia nell’iniziativa, ormai di carattere nazionale (info su www.puglia.ance.it).

L\'articolo continua sotto alla pubblicità Storia d'Italia

«Vogliamo creare un nuovo rapporto con la realtà scolastica – dichiara De Santis – stimolando gli studenti a proporre progetti relativi alla propria scuola ideale mediante l’utilizzo di nuove tecnologie; negli incontri con gli studenti delle classi che aderiranno per prime faremo conoscere l’impresa e la sua cultura per offrire, in prospettiva, esperienze di orientamento e formazione al mondo del lavoro. L’obiettivo finale è quello di dar vita ad un modello di scuola, come luogo di vita e di crescita, che nasca direttamente dalle esigenze e dai desideri di coloro che principalmente la vivono».

Le adesioni al concorso di idee dovranno pervenire entro il 1° marzo 2018; delegazioni delle classi che presenteranno i due migliori progetti a livello regionale parteciperanno alla fase finale organizzata dall’ANCE a Roma nel prossimo mese di aprile che si concluderà con la premiazione dei migliori tre progetti a livello nazionale.  Il concorso trae origine anche dal pressante tema del rinnovo del patrimonio scolastico che, negli ultimi anni, ha assunto rilevanza strategica sia in termini di qualità dei servizi a favore dei cittadini, sia nel più ampio ambito della messa in sicurezza del territorio.

«I dati sulla scarsa sicurezza degli edifici scolastici in Puglia – rimarca il presidente di Ance Puglia Gerardo Biancofiore – sono oltremodo allarmanti e pongono quanto mai in evidenza la necessità di realizzare nuovi edifici scolastici e di rinnovare quelli esistenti per garantire le migliori condizioni di sviluppo sociale del territorio e di formazione delle nuove generazioni».

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here