Si chiama Smart Payment e Avm il nuovo sistema, messo a bando dall’Amtab al costo di un milione e 518mila euro che rivoluzionerà i metodi di pagamento dei ticket sui bus e della sosta, garantendo maggiore controllo sui percorsi dei pullman e riducendo quindi i tempi di attesa.

Il sistema prevede una serie di aspetti differenti, a cominciare dai biglietti che vengono “dematerializzati”: il cartaceo sarà sostituito da app e ticket elettronici, facilmente verificabili dai controllori grazie a strumentazioni previste dal bando.

I nuovi sistemi di pagamento
I nuovi sistemi saranno associati ad un badge a cui potranno essere collegati uno o più strumenti di pagamento della sosta e del trasporto: dal ticket per i parcometri, agli abbonamenti ai biglietti di corsa semplice. Tutti i dati saranno quindi inseriti in una card che avrà un multifunzione e che sarà associata, nel caso di pagamento della sosta, alla  targa della vettura. Grazie a questo sistema, ad esempio, non sarà più necessario effettuare le lunghe file per rinnovare il pass per la zsr o ztl.

Validazione dei titoli
La validazione dei titoli potrà essere effettuata, esclusivamente per quanto riguarda il trasporto pubblico, attraverso appositi strumenti installati a bordo dei bus che consentiranno l’apertura dell’eventuale tornello (fisico o virtuale) installato a bordo bus che dovrà essere segnalata in maniera acustica. Il personale viaggiante deputato al controllo dei ticket sarà munito di un terminale portatile, computer palmare, uno smartphone rogue o un dispositivo tipo POS che dovrà permettere al controllore di verificare la validità di tutti i titoli elettronici emessi col sistema di Smart Payment.

Per la sosta saranno i dipendenti dell’Amtab o i vigili che con una strumentazione ad hoc potranno effettuare il controllo del codice indicato sul parabrezza della vettura, per verificare il pagamento del ticket.

Controllo bus

I bus saranno dotati di un sistema di monitoraggio remoto che permetterà di verificare l’andamento del mezzo, eventuali ritardi, comunicandoli in tempo reale all’utenza. Dalla centrale operativa saranno mandati impulsi per indicare ad esempio la presenza di lavori in corso che possono ritardare la corsa.

Parcometri intelligenti

Verrà valutata la possibilità di effettuare la sperimentazione quinquennale di un sistema di parcometri intelligenti all’interno della zona a sosta regolamentata “C”, ossia di Madonnella.
Nella zona di riferimento si dovrà procedere all’installazione di dispositivi di controllo intelligente della sosta (parcometri) e di sensori in grado di verificare l’occupazione del posto auto al fine di raggiungere, al minimo, i seguenti obiettivi:

• possibilità di pagare la sosta utilizzando carte di credito e debito
• possibilità di pagare e prolungare la sosta pagando mediante smartphone
• possibilità di pagare e prolungare la sosta mediante l’interfaccia web user
• possibilità di conoscere l’ubicazione di eventuali posti liberi
• possibilità di indicare agli addetti al controllo posti auto occupati senza il corretto
pagamento
• possibilità di esportare in open data le informazioni relative ai posti liberi per strada
e per zona
• possibilità di effettuare pagamenti nell’ambito della piattaforma di Smart Payment
• possibilità di fornire informazioni all’utenza

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here