Bari, pochi soldi per troppi servizi: il Comune modifica il bando per Natale. Ridotti mercatini e luminarie

La proroga temporale dal 17 al 21 novembre 2017 (a mezzogiorno) servirà a favorire una migliore organizzazione delle attività previste dall’amministrazione comunale

Fb Img
L'edizione dello scorso anno

Troppe iniziative per 90mila euro. Dai mercatini estesi per un periodo di tempo più lungo del previsto alle stesse luminarie che così come erano state progettate sarebbero costate minimo 40mila euro. Il Comune di Bari corre ai ripari e modifica a pochi giorni dalla scadenza, il bando per il Natale.

A spiegare a Borderline24 cosa è successo è l’assessore al Marketing e alle Culture, Silvio Maselli. “C’è stata una imperfetta quantificazione delle attività – commenta Maselli –  nella fretta è stato proposto un prezzo cercando però dei servizi in alcuni casi impossibili da realizzare a quel costo. Sono quindi state riviste le quote delle luminarie, sono stati ridotti i mercatini ed è stata consentita la possibilità di effettuare spettacoli con musica riprodotta e non solo con musica dal vivo che ovviamente è più costosa”.

I termini per la presentazione della proposta sono stati prorogati di quattro giorni: dal 17 al 21.

Le modifiche

I mercatini, che animeranno alcune strade e piazze della città vecchia in particolare in piazza del Ferrarese, dovranno essere allestiti dal 5 al 24 dicembre. Gli operatori commerciali potranno proseguire con la vendita dei gadget in altri luoghi cittadini fino al 6 gennaio. Restano invariate nella tipologia le attività di animazione e spettacolo previste dal 1 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018, con la possibilità per gli organizzatori, nel rispetto del valore artistico di tutte le maestranze coinvolte, di organizzare un numero di giornate per i concerti in piazza del Ferrarese per un minimo di 6. Sono confermati gli eventi di animazione itinerante nei weekend dell’intero periodo dedicato alle feste e la novità del calendario dell’avvento, così come i presidi stabili (villaggio di Babbo Natale) dedicati agli eventi per i più piccoli. A questo link i dettagli.

“Abbiamo deciso di riorganizzare il programma – conclude Maselli –  anche per valorizzare il ruolo e la rilevanza del lavoro delle tante maestranze locali che questo bando permetterà di coinvolgere. Speriamo di poter offrire anche quest’anno un grande Natale ai baresi e ai tanti turisti che arriveranno a Bari per vivere le feste insieme a noi”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here