Cabtutela.it
acipocket.it

A Spinazzola, la polizia ha arrestato, in esecuzione di un provvedimento cautelare della custodia in carcere emesso dal gip del Tribunale di Trani, il 42enne Michele Grammone, pregiudicato, ritenuto responsabile, in concorso con ignoti, dei reati di furto aggravato, detenzione di materiale esplosivo e danneggiamento.

A seguito di un’intensa attività d’indagine supportata da attività tecniche, condotta dai poliziotti del commissariato di Barletta è emerso che l’uomo, il 23 marzo dello scorso anno, assieme ad altri complici,  si era reso responsabile di un attentato dinamitardo nei confronti della filiale del Banco di Napoli di Barletta, in via Canosa.

La tecnica utilizzata dai malfattori consisteva nell’inserire all’interno della feritoia del bancomat un ferro con manico a “T”, della lunghezza di 55 cm circa, su cui veniva posizionato un ordigno artigianale, conosciuto con il nome di “marmotta”, con una carica esplosiva innescata da una miccia a lenta combustione; la deflagrazione ha causato l’apertura della cassaforte del bancomat per permettere di rubare il denaro contenuto. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Trani.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui